Tu sei qui

MotoGP, Dovizioso:"A Phillip Island è vietato rilassarsi"

"E' una pista imprevedibile che cambia a seconda delle condizioni. Vinales e Marquez sono stati superiori oggi, io ho poco grip, come tutti gli anni"

MotoGP: Dovizioso:"A Phillip Island è vietato rilassarsi"

Share


Andrea Dovizioso è riuscito, con un balzo nel finale, a chiudere la prima giornata di prove libere a Phillip Island in seconda posizione. Dopo una mattinata passata a remare a centro gruppo e chiusa con il decimo tempo, Dovi ha lavorato sul passo gara nel pomeriggio, riuscendo a far segnare il giro veloce con gomma morbida nuova, nel finale di sessione. 

“Sono riuscito a fare un giro veloce solo nel finale - ha continuato Dovi - ho dovuto montare le gomme nuove ma volevo essere in top 10 perché domani pioverà”. 

Hai lavorato sul passo gara nelle FP2, come ti è sembrato?

"La situazione è strana, qui le sensazioni sulla moto cambiano in ogni sessione e dipende da molti fattori. Al momento Marquez e Vinales hanno un passo superiore a tutti - ha detto Dovizioso - Io sono nel gruppo ed è una buona cosa visto che sono comunque vicino ai migliori e tutto è possibile, comunque sono contento”. 

Che sensazioni ti ha dato la pista?

“Il grip è basso come tutti gli anni ed è davvero difficile fermare e curvare la moto. Non ci si può rilassare sulla moto in un tracciato come questo”. 

Quale potrebbe essere la gomma per la gara?

"Ho provato la media e la morbida alla fine del turno ed è sembrato che la media sia la peggiore. Gli altri l’hanno confrontata con la dura, ma non so qual’è la differenza. Sembra che la dura sia la migliore per la gara ma non escluderei nemmeno la morbida”.

Avete anche fatto 20 minuti di test per le gomme del 2020? Come ti sono sembrate?

“Le gomme nuove non sembrano male - ha detto Dovi - hanno molto grip, sopratutto in ingresso curva. Questo aiuta molto la mia moto e mi permette di frenare più tardi e impostare la linea con più facilità. Con le gomme di quest’anno non è così semplice perchè quando freni forte fai sempre un errore. Ad ogni modo bisognerà anche vedere come si sono trovasti gli altri ". 

Audio raccolto da Matteo Aglio

Share

Articoli che potrebbero interessarti