Tu sei qui

MotoGP, Marquez e Lorenzo: è l'ora della verità

VIDEO. Il dream team alla prima prova in Qatar. Marc: "sono quasi al 100% della forma". Jorge: "non sono al massimo, ma darò tutto"

Iscriviti al nostro canale YouTube

Per Honda l’inverno non è stato per nulla semplice, prima l’operazione di Marquez e poi l’infortunio di Lorenzo hanno complicato il lavoro nei (pochi) giorni di test. Nonostante tutto, i tecnici giapponesi sembrano avere lavorato al meglio, lavorando per fare limare i nei della RC213V e renderla all’altezza della migliore concorrenza anche in velocità massima.

Ora è tutto nelle mani del dream team formato da Marc e Jorge e la prima prova sarà in Qatar. In verità Losail non ha mai sorriso troppo alla Honda e non è un caso che Marquez abbia vinto nel deserto solo una volta in MotoGP, molto meglio ha fatto il maiorchino con 3 successi nella classe regina, ma con un’altra moto.

A prescindere dalle statistiche, la curiosità più grande è scoprire se i due piloti sono in forma fisicamente per affrontare questa nuova stagione.

Finalmente è tornato il momento di tornare a correre - dice Marquez - Ho passato un inverno diverso dal solito a causa dell’operazione, ho lavorato duramente facendo 5 ore di fisioterapia al giorno con un solo obiettivo in mente: arrivare nelle migliori condizioni alla prima gara dell’anno. Nei test in Qatar mi sono sentito meglio che in Malesia e ora posso dire che sarò quasi al 100% della forma.

Senza dubbio una buona notizia, dopo tanti mesi passati in palestra. Se ora la spalla non è più un problema, lo stesso si può dire dalla RC213V.

Honda si è impegnata molto per migliorare la moto e nei test mi sono sentito forte, soprattutto su un un circuito, come è quello di Losail, che non è mai stato il migliore per noi, ma dobbiamo continuare a progredire - l’opinione del campione del mondo - Il GP del Qatar è sempre speciale, non solo perché è il primo dell’anno ma anche per le condizioni che si devono affrontare. Faremo particolare attenzione alle temperature e considereremo ogni aspetto prima della gara”.

LORENZO: È L'INIZIO DI UNA NUOVA ERA CON HONDA

Se alla vigilia di un nuovo anno l’emozione la fa sempre da padrone, questo sentimento è senza dubbio amplificato per Jorge Lorenzo che si trova a indossare i nuovi colori Repsol. Il maiorchino ha dovuto saltare i test a Sepang e gli serve tempo per conoscere la nuova moto, oltre a dovere avere a che fare con un polso rotto da relativamente poco tempo, ciò però non lo scoraggia.

Allinearmi sullo schieramento del Qatar è qualcosa che ho immaginato per tutto l’inverno - confessa -  Questo è l’inizio di una nuova era per me e per la squadra, un momento speciale. Sono pronto a dare tutto per raggiungere i migliori risultati possibili con la Honda”.

La tenacia di Jorge è fuori discussione.

Sfortunatamente non sono al massimo sulla moto, ma credo ancora di potere ottenere un buon risultato in Qatar - continua - Ogni anno, la MotoGP sembra molto competitiva e certamente ho tutto quello che mi occorre per lottare per le migliori posizioni dopo un po’ di tempo. So che potremo fare grandi cose”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti