Tu sei qui

SBK, Razgatlioglu detta il passo nei test a Misano prima dell’arrivo della pioggia

I TEMPI ALLE 13 - Toprak riporta in vetta la BMW precedendo Rabat, Sam Lowes e Locatelli. Quinto Petrucci, seguito da Gardner e dalle Ducati ufficiali di Bautista e Bulega, 10° Iannone, 13° Rea

SBK: Razgatlioglu detta il passo nei test a Misano prima dell’arrivo della pioggia

Si è conclusa prima del prima del previsto la sessione mattutina di questa seconda e ultima giornata di test a Misano del Mondiale Superbike, a causa della pioggia che ha deciso di bagnare il circuito della Riviera Adriatica poco prima delle ore 11, andando a scombinare un po’ i piani di piloti e squadre.

Nonostante le bizze del meteo, è ancora una volta Toprak Razgatlioglu a guardare tutti dall’alto in basso. Già dominatore del giovedì, il pilota turco ha messo tutti in riga anche in questa prima parte di giornata fermando il cronometro in 1’33”748, poco prima dell’arrivo della pioggia. Un crono con cui Toprak ha preceduto un sorprendente Tito Rabat, inseritosi in seconda posizione con la Ninja del team Puccetti Racing, e gomma SCQ, a un decimo di distanza dal pilota BMW. 

Seguono con il medesimo tempo, e due decimi di ritardo dalla vetta, Sam Lowes e Andrea Locatelli, rispettivamente primo pilota Ducati e prima Yamaha in classifica, marcati stretti da uno stoico Danilo Petrucci, al rientro dopo la frattura della mandibola e della clavicola riportate in un incidente con la moto da cross. Nonostante il forte dolore alla spalla, il ternano del team Barni è riuscito a piazzare la sua Ducati in quinta posizione, a 15 millessimi dai due piloti che lo precedono, mettendosi alle spalle Remy Gardner e le due Panigale ufficiali di Alvaro Bautista e Nicolò Bulega.

Chiudono la Top 10 Alex Lowes e Andrea Iannone, seguiti da Axel Bassani, ultimo pilota a restare entro il mezzo secondo di distacco da Toprak, con l’11° tempo della mattinata. Sono piuttosto contenuti i distacchi, visto che sono ben 15 i piloti a essere racchiusi in un secondo. Tra loro non mancano Michael van der Mark e Jonathan Rea, autore del 13° tempo davanti al collaudatore Ducati Michele Pirro.

Per quanto riguarda i piloti del Mondiale Supersport in azione, è stato Stefano Manzi a mettere a segno il miglior tempo della mattinata in 1’37”229, precedendo per 73 millesimi Adrian Huertas. Terzo Yari Montella, a sei decimi di distanza dal riferimento del pilota Yamaha.

La classifica alle 13

 

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy