Tu sei qui

SBK, Bassani amareggiato: “Il sorpasso di Rinaldi? Con me è sempre al limite”

“Non me la sento di dire che sono le gare perché le gare non sono così. Michael non è nuovo a questo genere di sorpassi, ma con gli altri succede ogni tanto, mentre con me ‘vede nero’ e fa sempre così”

SBK: Bassani amareggiato: “Il sorpasso di Rinaldi? Con me è sempre al limite”

Share


Le vecchie ruggini tra Axel Bassani e Michael Ruben Rinaldi sono tornate alla ribalta nella gara del sabato a Jerez, conclusa dal pilota veneto nella ghiaia di Curva 9, dopo un attacco al limite sferrato dal romagnolo (QUI il video del sorpasso). Una manovra che è costata un Long Lap Penalty a Rinaldi e punti pesanti in campionato all’alfiere del team Motocorsa, che sperava di avvicinarsi alla conquista del titolo Indipendenti, grazie a una bella rimonta dalla quindicesima posizione in griglia.

È un peccato perché eravamo partiti indietro, ma siamo risaliti subito. Avevo un po’ di problemi con l’anteriore, quindi ho cercato soltanto di gestire per cercare di prendere i punti necessari a vincere il campionato Indipendenti, ha raccontato Bassani al nostro inviato Marco Caregnato, a cui ha poi parlato dei contatti che hanno condizionato la sua corsa.

“È stata una gara in cui sembrava di essere agli autoscontri. Perché Gardner mi ha centrato da dietro, e non so come ho fatto a restare in piedi. Poi, Michael continuava a pressarmi e sapevo mi avrebbe potuto attaccare, ma mi stava bene perché settimo o ottavo non mi avrebbe cambiato nulla in campionato” ha chiosato Axel, amareggiato per l’epilogo della sua gara: “Non è la prima volta che fa dei sorpassi così, diciamo che li fa quasi sempre così. Solo che con gli altri succede ogni tanto, mentre quando vede me vede un po’ nero e fa dei sorpassi un po’ al limite. Oggi sono finito a terra ed è un peccato perché abbiamo perso tanti punti. Non me la sento di dire che sono le gare perché le gare non sono così, però è inutile piangersi addosso. Cercheremo di metterci a posto per domani”. 

Non proprio il miglior biglietto da visita per Rinaldi con cui presentarsi nel box Motocorsa al termine di questa stagione, quando dovrebbe sostituire Bassani tra fila della squadra di Lorenzo Mauri. 

“Se questa è la squadra in cui sarà il prossimo anno, con gli stessi meccanici e tutto, non è che si sia fatto proprio voler bene, però queste sono scelte del pilota . Non voglio pensare che lo abbia fatto di proposito. Avrà portato l’attacco trovandosi al limite anche lui e ci siamo toccati. Però non è stato tanto bello”, ha commentato il feltrino.

Archiviato nel peggiore dei modi questo complicato sabato andaluso, a “El Bocia” non resta che volgere lo sguardo verso la giornata di domani, in cui cercherà di chiudere la sua avventura con la compagine di Lurago d’Erba primeggiando tra gli Indipendenti.

“Le partenze mi vengono sempre bene, ma purtroppo ho avuto tanti problemi con l’anteriore, specialmente nei tornantini a destra. È un problema che non ho mai avuto prima e che si è verificato in gara, quindi adesso proveremo a vedere di risolverlo per domani, perché il passo altrimenti non è male - ha concluso - Possiamo chiudere tra il quinto e il settimo posto”.

Articoli che potrebbero interessarti