Tu sei qui

SBK, Rinaldi verso la Ducati di Motocorsa, per Puccetti fedeltà a Kawasaki

Michael ha capito che aspettare Honda significhi giocare col fuoco e valuta la Panigale di Motocorsa. Per Puccetti sfuma Ducati, proseguirà in Kawasaki con pacchetto ufficiale

SBK: Rinaldi verso la Ducati di Motocorsa, per Puccetti fedeltà a Kawasaki

Share


Un fil rouge unisce il mercato Superbike a quello MotoGP. L’addio di Marquez alla Honda lascia infatti una sella libera in casa HRC da rimpiazzare in vista del 2024. Inizialmente il candidato ideale per la RC213-V sembrava essere Iker Lecuona, ma al momento la Casa nipponica si sta guardando attorno, valutando altri profili.

Lecuona sembra infatti essere l’ultima carta da giocarsi e la questione ricade ovviamente su Michael Rinaldi, pronto a rimpiazzare Iker sulla CBR qualora quest’ultimo dovesse cambiare il paddock. Per il romagnolo la situazione non è per nulla semplice, perché il tempo scorre e sembra di ritrovarsi in una sorta di limbo.

Ecco perché Michael potrebbe decidere di non aspettare più Honda, volgendo lo sguardo su una Ducati, ovvero quella di Motocorsa. Lorenzo Mauri, capo della struttura, è infatti alla ricerca di un sostituto di Axel Bassani e il numero 21 potrebbe essere il sostituto ideale. Michael conosce infatti la moto, inoltre arriverebbe in Motocorsa affamato di rivincita dopo che Aruba gli ha preferito Bulega.

Come se non bastasse, Lorenzo Mauri si troverebbe il pilota migliore tra quelli rimasti attualmente sul mercato.

Detto di Rinaldi, un’altra questione è quella che riguarda Manuel Puccetti. Il patron del team emiliano, visti gli scarsi risultati mostrati da Kawasaki negli ultimi due anni, stava seriamente valutando il passaggio a Ducati. A quanto pare l’idea sembra sfumata, considerando che qualora volesse una Panigale dovrebbe attendere fino ad aprile, saltando di fatto l'inizio del Mondiale.

Puccetti pare quindi intenzionato a proseguire con la ZX-10RR e nel 2024 avrà nel suo box una Kawasaki che disporrà di pacchetto ufficiale, allineandosi a quelle del team factory affidate a Lowes e Bassani. Inoltre, il nuovo regolamento, approvato la scorsa settimana da FIM e Dorna, dovrebbe consentire alle giapponesi di ridurre il gap dalle rivali più prestazionali.

I prossimi giorni saranno decisivi per il futuro di Rinaldi e del team Puccetti.  

 

 

 

Articoli che potrebbero interessarti