Tu sei qui

SBK, Redding e BMW alla prova del fuoco a Jerez: ecco cosa cambia con la nuova moto

L’ANALISI – Più potenza, più velocità di punta, ma soprattutto maggiore carico aerodinamico seguendo la strada tracciata da Ducati per la nuova arma di Scott contro Bautista e la Panigale

SBK: Redding e BMW alla prova del fuoco a Jerez: ecco cosa cambia con la nuova moto

Share


Ci saranno diverse novità ad attendere squadre e piloti a questi primi test della Superbike a Jerez in programma tra mercoledì e giovedì. Una delle novità è certamente rappresentata dalla BMW, che come ben sappiamo quest’anno sarà in pista con la M 1000 RR di ultima evoluzione.

Dopo la prima uscita caratterizzata dalla pioggia a dicembre, Scott Redding tornerà nuovamente in sella alla moto tedesca con l’obiettivo cucirsela sempre più su misura e arrivare pronto al round inaugurale di Phillip Island.

A Monaco hanno lavorato alacremente nell’ultimo anno con l’obiettivo di compiere un netto passo avanti rispetto alla versione precedente. Uno degli aspetti su cui ci si è concentrati è legata all’aerodinamica, dove BMW ha voluto seguire la strada tracciata da Ducati nel corso delle ultime stagioni.

Le nuove ali introdotte della Casa  di stampo MotoGP offriranno infatti un aumento del carico aerodinamico del 40%, consentendo maggiore angolo di piega e velocità in uscita dalla curva.  

Entrando nel merito, il carico aerodinamico è di ben 22.6kg a 300 km/h, ovvero 6kg in più rispetto alla precedente. Grazie a questa novità, la nuova M 1000 RR arriverà a toccare una velocità di punta di 315 km/h rispetto ai precedenti 306 km/h.

Nessun particolare stravolgimento invece sul fronte motore, dove il quattro cilindri erogherà una potenza massima di 212 cavalli a 14.500 giri al minuto con coppia massima di 113 Nm arriva a 11.000 giri al minuto.

Come detto a Monaco non sono rimasti certo a braccia conserte nell’ultimo anno. Da domani vedremo quali saranno i frutti di quanto seminato.

Articoli che potrebbero interessarti