Tu sei qui

SBK, Tegola per Lecuona: frattura alla vertebra e alla parte sinistra dell’osso sacro

Lo spagnolo paga a caro prezzo l’highside del venerdì pomeriggio, dovendo chiudere in anticipo il weekend di gara dopo essere stato dichiarato unfit

SBK: Tegola per Lecuona: frattura alla vertebra e alla parte sinistra dell’osso sacro

Share


Il weekend di Mandalika si è già concluso per Iker Lecuona. Nel corso della FP2, il pilota Honda è stato infatti sbalzato in aria dalla CBR 1000 RR-R, rimediando un violento highside. Dopo essere stato trasportato al centro medico per i primi accertamenti, si è deciso di trasferirlo con l’elisoccorso all’Ospedale di Mataram.

La diagnosi ha evidenziato una frattura stabile della vertebra T12 (senza danni neurologici) e una frattura del lato sinistro dell’osso sacro. Non essendo necessario un intervento chirurgico di stabilizzazione, Lecuona è già stato dimesso dall'ospedale, iniziando un trattamento conservativo.

Con la pista che offriva più aderenza rispetto alle FP1, i tempi avevano iniziato subito a calare nelle FP2, con Iker in terza posizione quando si è verificato lo sfortunato incidente. Lecuona è stato portato al centro medico del circuito per una prima valutazione medica e successivamente è stato trasportato in aereo all'ospedale RSUD Provinsi NTB di Mataram per ulteriori accertamenti. In seguito a TAC e risonanza magnetica, i medici hanno diagnosticato una frattura stabile della vertebra T12 (senza danni neurologici) e una frattura del lato sinistro del sacro. Non essendo necessario un intervento chirurgico di stabilizzazione, Lecuona è già stato dimesso dall'ospedale.

All'inizio della giornata, il Team HRC ha goduto di una delle sue prime uscite migliori della stagione. Nonostante le temperature elevate e il fatto che la pista offrisse pochissimo grip dopo la recente riasfaltatura, Lecuona e Xavi Vierge erano stati in grado di prendere subito confidenza con quella che è una pista nuova per entrambi. Migliorando rapidamente i loro tempi su una pista sporca e scivolosa, Lecuona aveva concluso la prima sessione di prove in seconda posizione, seguito dal compagno di squadra Vierge in quinta.

Vierge ha trascorso la seconda sessione apportando alcune piccole modifiche all'assetto che hanno chiaramente funzionato e gli hanno permesso di aumentare il ritmo e di girare quasi tre secondi più velocemente rispetto alle FP1. Con un impressionante tempo di 1'35.022 nei minuti finali, Xavi si è proiettato in ottava posizione alla fine della prima giornata.

 

Articoli che potrebbero interessarti