Tu sei qui

SBK, Mercato Superbike: Gardner incombe sulla Yamaha, Rinaldi in volata con Ducati

A Magny-Cours si infiammano le trattative: GRT sta parlando con il manager dell’australiano, che in Moto2 è richiesto da Intact, mentre Michael è alla stretta finale con Aruba, ma i nodi da risolvere non sono finiti

SBK: Mercato Superbike: Gardner incombe sulla Yamaha, Rinaldi in volata con Ducati

Share


Se in MotoGP le trattative sono praticamente definite, in Superbike il mercato deve ancora entrare nel vivo. Alla ripartenza della serie a Magny-Cours, manager e squadre guardano quindi con attenzione al 2023 con l’obiettivo di giocare d’anticipo e non farsi trovare impreparati. Il nome caldo delle ultime ore è certamente quello di Remy Gardner, di cui tanto si è discusso nelle ultime settimane.

Scaricato da KTM in MotoGP, l’australiano non ha trovato alternative in classe regina. Dal paddock del Motomondiale ci sono alcune offerte dalla Moto2, come ad esempio Intact. Il suo manager Paco Sanchez ha quindi proposto il suo assistito a Ducati Aruba, così come a Yamaha in GRT. Se con la squadra tricolore c’è stato un semplice contatto e confronto, con Yamaha i discorsi proseguono da diversi giorni. Remy è infatti un campione del mondo di soli 24 anni, il cui profilo stuzzica non poco all’interno del managment diretto da Andrea Dosoli.

In questo momento però Yamaha ha non pochi piloti da gestire per il 2023. È il caso del campione della SuperSport Dominique Aegerter, intenzionato a fare il salto di categoria il prossimo anno, così come Lorenzo Baldassarri, attualmente secondo in Campionato alle spalle dello svizzero con la R6 di Evan Bros. Alla lista si aggiunge anche il volto del BSB Tarran Mackenzie, nonostante le quotazioni del britannico siano in ribasso per un’avventura nel Mondiale.

Tra dubbi e interrogativi, c’è chi invece sembra destinato a continuare a indossare il rosso. Stiamo parlando di Michael Rinaldi, il cui futuro per il 2023 sembra essere in Ducati Aruba. Al momento non c’è ancora una conferma da parte della struttura di Stefano Cecconi, ma il manager è convinto di quelle che sono le qualità del romagnolo, di conseguenza non dovrebbero esserci colpi di scena.

Petrucci resterà con ogni probabilità un’altra stagione nel MotoAmerica, mentre per Bassani le porte nel team ufficiale Ducati sono al momento chiuse. Ad Axel c’è comunque la possibilità di proseguire con Motocorsa oppure valutare Yamaha GRT come alternativa qualora anche Nozane dovesse saltare. Nella giornata di domani è infatti previsto l’arrivo del suo manager  Alberto Vergani in circuito, il cui obiettivo è capire quelle che sono le carte in tavola.

Tra Magny-Cours e Barcellona molti tasselli dovrebbero quindi andare al loro posto.  

   

Articoli che potrebbero interessarti