Tu sei qui

SBK, Rinaldi: “Locatelli deve essere penalizzato, certi piloti se ne fottono”

“Ho sempre avuto rispetto di tutti, ma quanto fatto da Andrea non è accettabile, inoltre non mi ha nemmeno chiesto scusa. In curva 1 stava per tirare giù me, Rea e Toprak, bisogna usare il cervello”

SBK: Rinaldi: “Locatelli deve essere penalizzato, certi piloti se ne fottono”

Share


Le sue aspettative erano grandi, specialmente dopo una Superpole che lo aveva visto registrare il terzo crono. Peccato che la gara di Michael Rinaldi a Most sia stata condizionata subito al via a causa della manovra di Andrea Locatelli.

Prima l’episodio nel giro di ricognizione, poi l’entrata in occasione del primo giro in curva 1. Sono questi i temi su cui si è focalizzato il romagnolo nel post gara.

“Locatelli ha fatto un grande errore – ha commentato Rinaldi - durante il giro di ricognizione ha quasi tirato giù me, Toprak e Rea. Sono veramente arrabbiato per l’accaduto, considerando che poi in curva 1 al via è entrato aggressivo e veloce e per poco non finivo  a terra. Quanto ha fatto non è accettabile. Sono dell’idea che sia sempre necessario utilizzare il cervello, dato che in pista c’è di mezzo la vita di ogni pilota”.

Sull’argomento Michael non utilizza troppi giri di parole.

“Io cerco sempre di rispettare tutti i piloti e ad oggi non ho mai avuto da reclamare con nessuno. Spesso combatto duramente con Rea e Toprak, ma tra di noi c’è il massimo rispetto. Il fatto è che altri piloti se ne fottono quando sono in bagarre di quelle che poi possono essere le possibili conseguenze”.

In merito all’accaduto Rinaldi andrà in direzione gara nelle prossime ore.

“Io sono un pilota che non si lamenta mai, ma a volte bisogna parlare. Locatelli deve essere penalizzato per la manovra che ha fatto, perché è stata pericolosa. Ho parlato con lui al parco fermo e nemmeno mi ha chiesto scusa. Se avesse riconosciuto l’errore non ci sarebbero stati problemi, invece ha solo pensato a giustificarsi”.

Adesso non resta che pensare alla giornata di domenica.

“Purtroppo questa non è la gara che volevo fare, specialmente in questo momento della stagione. Dispiace, perché la delusione è tanta da parte mia. Preferisco quindi guardare avanti e dare il 110% per la giornata di domenica. Il fatto è che non è facile fare uno switch dopo quando accaduto oggi nonostante corra in moto da quando sono piccolo”.

Articoli che potrebbero interessarti