Tu sei qui

SBK, Locatelli: ”Rinaldi? Se penalizzarmi o meno lo deciderà la direzione gara"

"Ho provato a frenare e a prendere i riferimenti per il primo giro, ma mi sono accorto di essere troppo veloce, così ho aperto il gas per liberarmi. Partivo dall’ 8° posizione e avevo bisogno di recuperare posizioni"

SBK: Locatelli: ”Rinaldi? Se penalizzarmi o meno lo deciderà la direzione gara"

Share


É una gara macchiata da qualche brutta sbavatura quella di Locatelli, che nel warm up lap si è reso protagonista di un pericoloso dritto, che avrebbe potuto provocare un brutto incidente prima della gara.

Anche gli altri piloti hanno avuto qualcosa da dire (leggi l’intervista a Bautista), anche se fortunatamente tutto è andato per il meglio e Locatelli è riuscito comunque a ottenere una buona sesta posizione.

“Ho provato a frenare prendendo il riferimento per il primo giro, ma mi sono accorto di essere troppo veloce, così ho aperto il gas per liberarmi. Partivo dall’ 8° posizione e avevo bisogno di recuperare posizioni, quindi volevo capire il riferimento per la frenata”.

Hai parlato con Michael?
“Sì, penso che anche la sua opinione sia giusta, ma io sono partito 8° lui 3° e alla prima curva ho girato davanti a lui. Ho provato a capire quale fosse il punto di frenata, i limiti e la possibilità di sorpassare. Abbiamo fatto dei buoni tempi in qualifica, ma perdevo molto nell’ultimo settore, avrei potuto partire quinto, forse quarto. Quindi  sono partito con l’idea di sorpassare il prima possibile”.

Gli altri piloti hanno detto che sei stato tra lo stupido e l’eltra pricoloso. il 50& di loro sostiene che avrebbero dovuto penalizzarti.
“Lo deciderà la race direction, quando ho visto che potevo passare ho mollato i freni e ho aperto il gas”.

Ti aspettavi Redding così efficace?
“Sì, sono rimasto molto stupito da Redding perchè soprattutto nelle ultime curve in accelerazione guadagnava molto. Provavo a recuperare negli altri punti, ma lui lì faceva una grande differenza”.

Sei soddisfatto della tua gara o non molto?
“Onestamente sì, perché siamo migliorati da Misano e Donington ma voglio migliorarmi ancora, la direzione è quella”.

Articoli che potrebbero interessarti