Tu sei qui

SBK, Superbike 2023: tre pedine tengono in scacco il mercato

LA GRIGLIA 2023 – Gerloff e Rinaldi sono i nomi caldi delle trattative con Bassani sullo sfondo, ma nessuno sembra intenzionato a voler sparare il primo colpo

SBK: Superbike 2023: tre pedine tengono in scacco il mercato

Share


C’è la sfida in pista e al tempo stesso il mercato a tenere banco in occasione dell’ultimo appuntamento della Superbike prima della pausa estiva. La situazione delle selle ufficiali è praticamente definita, considerando che Rea ha rinnovato con Kawasaki, mentre Vierge dovrebbe proseguire con Honda al fianco di Lecuona.

In casa Ducati resta invece da definire la situazione legata a Michael Rinaldi. Aruba non ha certamente fretta e al tempo stesso il romagnolo, consapevole del fatto che da Misano è riuscito a invertire la rotta dopo le difficoltà incontrate nei primi tre round.

Come più volte sostenuto dai vertici della struttura capitanata da Stefano Cecconi, il futuro di Rinaldi sembra essere nelle mani del pilota stesso, il quale dovrà essere artefice del proprio destino, rivelandosi un pilota costante e capace di lottare per il podio. Sotto questo aspetto Michael pare sereno e per certi versi rassicurato dal fatto che cambi di casacca sembrano essere ipotesi per lui remote. Di selle che stuzzicano non ce ne sono molte al di fuori della sua Ducati V4

C’è chi invece vorrebbe salire su quella Ducati V4, al fine di coronare un percorso intrapreso lo scorso anno in top class. Stiamo parlando di Axel Bassani, alla seconda stagione con Motocorsa. Al momento Lorenzo Mauri e Alberto Vergani non si sono ancora seduti al tavolo per trattare il futuro del giovane veneto. Il patron del team vorrebbe trattenerlo per un’altra stagione, facendo leva sul potenziale della Panigale V4 a confronto con la concorrenza.

Al momento Axel è il miglior pilota indipendente con quasi 30 punti di vantaggio su Baz e addirittura 40 nei confronti di Garrett Gerloff. Avendo citato lo statunitense di GRT, diventa interessante capire cosa farà il prossimo anno, perché il suo contratto è in scadenza. Dopo i fatti di Assen dello scorso anno, in questo 2022 il portacolori GRT non è riuscito a trovare quella competitività a cui ambiva in sella alla R1, a tal punto da ottenere un settimo posto quale migliore risultato.

Di sicuro non è questo il Gerloff che abbiamo conosciuto, ovvero quel pilota che alla prima stagione in SBK era subito riuscito a salire sul podio per poi sostituire Morbidelli ad Assen con la MotoGP del team Petronas.

La seconda parte di stagione diventerà quindi cruciale per capire da che parte andare nel 2023. Di sicuro il suo è un profilo che stuzzica e potrebbe fare gola ad alcune squadre come ad esempio BMW, chiamata a definire il propria line up nel team Bonovo.

SUPERBIKE 2023 – SITUAZIONE SELLE

(TBA = da annunciare)

Pata Yamaha with Brixx WorldSBK: Toprak Razgatlioglu - Andrea Locatelli

Kawasaki Racing Team WorldSBK: Alex Lowes – Johnny Rea

Aruba.it Racing – Ducati: Alvaro Bautista - TBA

BMW Motorrad WorldSBK Team: Scott Redding - Michael van der Mark

Team HRC: Iker Lecuona - TBA

GYTR GRT Yamaha WorldSBK Team: TBA - TBA

Motocorsa Racing: TBA

Team Goeleven: Philipp Oettl

Kawasaki Puccetti Racing: TBA

BARNI Spark Racing Team: Luca Bernardi

Bonovo Action BMW: TBA - TBA

Gil Motor Sport-Yamaha: TBA

Orelac Racing VerdNatura: TBA

TPR Team Pedercini Racing: TBA

GMT 94: TBA

Articoli che potrebbero interessarti