Tu sei qui

SBK, Isaac Vinales lascia la Superbike e la Kawasaki del team Orelac

Il pilota spagnolo potrebbe ripartire dal team del papà di Maverick in SuperSport, mentre a rimpiazzarlo in Orelac arriva il giovane Konig dalla SuperSport300

SBK: Isaac Vinales lascia la Superbike e la Kawasaki del team Orelac

Share


La sua avventura in Superbike con il team Orelac è durata un solo anno. Già, perché le strade del team di Calero e di Isaac Vinales si sono divise. Dopo un 2021 tutt’altro che facile, dove lo spagnolo ha dovuto tra l’altro fare i conti con la scomparsa del cugino Dean Berta, è arrivata la decisione di puntare a una nuova avventura.

A quanto pare Isaac potrebbe ripartire dal team di suo zio Angel, ovvero il papà di Vinales, che quest’anno dovrebbe sbarcare in SuperSport dopo l’avventura in SSP330. In attesa di avere conferme, la certezza è che in Superbike ci sarà Oliver Konig in sella alla Kawasaki del team Orelac.

Una vera e propria scommessa quella di Calero, che ha deciso di puntare sul pilota ceco proveniente dalla 300 e di conseguenza chiamato a compiere il doppio salto: “In questa stagione si tratterà di capire come guidare la moto, di come lavorare con questa moto e di come lavorare con il team – ha detto Oliver – non vedo l’ora che arrivi il primo test e anche la prima gara. Sono super felice e super carico in vista della stagione. Grazie al team Orelac, specialmente a José Calero, dato che già mi sento parte di questa famiglia. Ci siamo incontrati a Valencia e abbiamo subito instaurato un bel feeling. Sono contentissimo e non vedo l’ora di iniziare a lavorare con il team: la nuova pagina della mia vita sarà un cambiamento grosso”.

A raccogliere le sue parole è José Calero: “Negli ultimi anni il nostro team è stato configurato come piattaforma per giovani talenti internazionali e Oliver è uno di loro. Confidiamo totalmente nelle sue qualità e abbiamo intenzione di lavorare in modo che possa accumulare esperienza e che sia sempre più forte in ogni gara. Deve aprire bene gli occhi e ascoltare oltre a divertirsi. Soprattutto, divertirsi”.  

Articoli che potrebbero interessarti