Novello, la fidanzata di Rossi, denuncia: “Il paddock MotoGP è maschilista"

Parla Francesca: "Non è facile lavorare con gente che ti tocca il culo. Devi fare l'oca, ma farti rispettare senza passare per bella e scema”

Share


È una presenza fissa al suo fianco. Stiamo parlando di Francesca Sofia Novella, fidanzata ormai da diversi anni con Valentino Rossi. La vediamo con lui al Ranch, ma anche in pista, come accaduto nel recente appuntamento di Losail, dove lo ha seguito al muretto.

Proprio in questi giorni, Francesca ha rilasciato una intervista a Vanity Fair, dove si è raccontata 360°. Tra i temi non poteva mancare ovviamente il fidanzato: “All’inizio il nostro rapporto è stato un tira e molla faticoso – ha rivelato - a volte avevo voglia di mandarlo a quel paese. Mia mamma mi ha fatto capire che ha responsabilità e impegni enormi, e che avrei dovuto avere pazienza. Abbiamo lavorato di strategia”.

In seguito l’attenzione si sposta poi sul ruolo di ombrellina, svolto per anni da Francesca, e la vita da paddock, tanto che la Novello non utilizza troppi giri di parole: “In MotoGP non è facile lavorare con gente che ti tocca il culo – ha dichiarato - il paddock è un ambiente maschilista: devi fare l’oca, ma se lo sei per davvero è finita. Bisogna infatti farsi rispettare, senza passare per bella e scema. Ti devi svegliare, non puoi essere un’oca sorridente”.

Non è la prima volta che ascoltiamo voci legate al paddock come un ambiente maschilista. A puntare il dito alcuni mesi fa sull'ambiente era stata la pilota Sharni Pinfold, che a causa dei maltrattamenti subiti ha deciso di appendere il casco al chiodo. 

Articoli che potrebbero interessarti