SBK, DAZN tenta Sandro Cortese come commentatore in Germania

Durante l’inverno Sandro aveva parlato con Barni, Motocorsa e Pedercini, ma la TV rischia di essere l’unica via percorribile

Share


Ci dispiace non poco non vedere Sandro Cortese al via del Mondiale 2021. A meno di clamorosi colpi di scena dell’ultima ora, il tedesco non sarà infatti ai blocchi di partenza della prossima stagione delle derivatE.

Un’avventura, quella in Superbike, che ha lasciato al pilota tedesco il retrogusto amaro. Prima il mancato rinnovo con GRT, poi la breve apparizione con la Kawasaki di Pedercini, culminata con la violenta caduta di Portimao, dove il pilota ha rischiato di finire sulla sedia a rotelle. In quell’occasione Sandro ha infatti riportato la frattura della tibia e della vertebra T7.

Da lì è poi iniziato il suo calvario tra operazioni, convalescenza e continui controlli medici per valutare il suo stato di salute. Un percorso lungo, che ancora oggi non è arrivato al capolinea. Eppure Sandro non ha rinunciato al paddock, consapevole di quelle che fossero le sue condizioni di salute. Ha contattato Lucio Pedercini, valutando una eventuale possibilità di affiancare Loris Cresson in sella alla Kawasaki, così come si è confrontato con il team Barni e Motocorsa, cercando di capire se ci fossero degli spiragli, dettati anche dalla partenza ritardata del Campionato rispetto al tradizionale via di Phillip Island a febbraio.

Nei giorni scorsi, in un’intervista rilasciata dal pilota a Speedweek, Cortese ha dichiarato che quest’anno non sarà quasi sicuramente in pista, dal momento che sta proseguendo il proprio percorso di recupero. Provare ad bruciare i tempi sarebbe un rischio troppo azzardato che il tedesco non ha la minima intenzione di correre.

Pertanto, oltre alle corse, guarda altrove. Eppure un’alternativa ci sarebbe. Già, perché DAZN lo vorrebbe come commentatore del Motomondiale in vista dell’inizio della stagione in Qatar. L’emittente che trasmette in streaming le gare del Mondiale sarebbe infatti intenzionata a prenderlo in squadra, ricoprendo un ruolo che già aveva svolto in passato. Dalla moto al microfono il colpo è duro da incassare, ma al tempo stesso il rischio corso a Portimao non vede altre alternative.

Articoli che potrebbero interessarti