SBK, Il team Puccetti si presenta e vuole stupire ancora

Svelata a Verona la livrea della Superbike di Fores e delle Supersport di Mahias, Oettl e Oncu. Puccetti: "Con Xavi vogliamo il podio, con Lucas il titolo"

Share


Ha scelto il Motor Bike Expo di Verona il team Puccetti per presentare il proprio 2020, una stagione sia nel segno della continuità che in quello della novità. La continuità è rappresentata (oltre che da Kawasaki) dalla presenza di Lucas Mahias, per il secondo anno in Supersport con la struttura di Manuel Puccetti, mentre tutto il resto rappresenta una novità.

La copertina è ovviamente per Xavi Fores, chiamato a raccogliere la pesante eredità di Toprak Razgatlioglu dopo una stagione di “Diaspora” nel BSB. Il 2020 sarà una stagione importante per me – spiega Xavi - e per la squadra. Nei test di Jerez ho potuto constatare come la moto sia adatta al mio stile di guida: ovviamente c’è ancora molto lavoro da fare, ma è stato un buon inizio. Il mio obiettivo è quello di lottare per il podio in tutte le gare, so che non sarà un compito facile ma sono convinto  che potremo ottenere grandi risultati”.

Se la struttura in Superbike è rimasta la stessa, fatta eccezione per il pilota, in Supersport la famiglia si è allargata. L’unione di intenti con il team Orelac ha infatti portato alla creazione di una struttura satellite e dunque ad un totale di tre i piloti, di cui due al debutto in categoria: oltre al già citato Mahias infatti la squadra azzurra schiererà l’ex Moto2 Phillip Oettl ed l’ex Moto3 Can Oncu, allievo al pari di Razgatlioglu di una leggenda del team Puccetti come Kenan Sofouglu.

La prima guida in 600 sarà ovviamente Lucas Mahias, nonostante l’amputazione del mignolo destro resa  obbligatoria dalla caduta di Valencia con la MotoE. “La scorsa stagione è stata la mia prima con la Kawasaki  e dopo alcune difficoltà iniziali sono riusciti a vincere ed a lottare costantemente per il podio. Quest’anno parto per essere competitivo da subito, con l’obiettivo di vincere il titolo mondiale”.

Al suo fianco nel box ci sarà come detto Phillip Oettl, pronto a cominciare una nuova vita tra le derivate di serie. “Mi trovo davvero bene con il mio team e mi sembra di essere in una grande famiglia. Sono certo che anche grazie al loro aiuto potrò fare un’ottima stagione e voglio dare il massimo per lottare per la vittoria in ogni gara”.

Tante novità e tanti spunti dunque, ma sullo sfondo resta la certezza rappresentata da Manuel Puccett, deus ex machina della struttura pronto ad un’altra stagione densa di lavoro. “In generale l’obiettivo - racconta - è quello di confermare la nostra costante crescita in tutti e due i campionati. In Superbike possiamo contare sull’esperienza di Fores , con il quale vogliamo puntare costantemente al podio, mentre in Supersport cercheremo di vincere il titolo con Mahias. Credo inoltre che Oettl possa essere la rivelazione del 2020, e sono felice di poter lanciare un altro giovane pilota turco come Oncu”.

Share

Articoli che potrebbero interessarti