Tu sei qui

MotoGP, L'esperimento: chi sbaglia... prende la strada più lunga

Nei test in Qatar è stata fatta una prova per una nuova penalizzazione: invece di cedere una posizione, una deviazione obbliga a perdere secondi

MotoGP: L'esperimento: chi sbaglia... prende la strada più lunga

Oggi, a Losail, è stato chiesto ai piloti di sperimentare un nuovo tipo di penalizzazione. Fino a ora, se un pilota, ad esempio, oltrepassava i limiti della pista più volte in gara o commetteva delle infrazioni leggere, veniva punito obbligandolo a cedere una posizione. Il problema di quel metodo è che il tempo perso non è sempre lo stesso, potrebbe essere questione di decimi come di secondi.

Sul circuito del Qatar è stata quindi disegnato nella via di fuga della curva 6 (evidenziata nella foto) un tracciato esterno che il pilota sanzionato sarebbe costretto a percorrere. Questa deviazione dovrebbe comportare la perdita di circa 3 secondi.

"Non mi sembra una brutta soluzione - ha commentato Vinales - Sicuramente si perde molto tempo, ma mi sembra una soluzione molto sicura".

Anche il suo compagno di squadra Valentino Rossi si è detto favorevole: "come tutte le novità, è difficile abituarsi. Sicuramente è una sanzione che comporta una perdita di tempo certa, mentre perdere una posizione può essere una penalizzazione più o meno importante a seconda di quanto sia distante il pilota dietro di te. Direi che potrebbe essere una buona soluzione, ma penso che sia stata pensata soprattutto per i piloti di Moto2 e Moto3".

Era stata anche organizzata una Safety Commission straordinaria per valutare le opinioni dei piloti su questo esperimento, ma fra impegni in pista e conferenze stampa, alla fine è saltata. Non è ancora chiaro se questa opzione possa venire utilizzata su tutti i circuiti perché, logicamente, servono spazi adeguati per realizzarla.

 

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti