Tu sei qui

MotoGP, Taramasso: Michelin anteriore 2016? Chiesta da molti

"Dopo la gara in Qatar anche Marquez e altri, oltre a Valentino, si sono lamentati. Dopo il GP di Austin decideremo quale costruzione usare"

MotoGP: Taramasso: Michelin anteriore 2016? Chiesta da molti

Share


La domanda è venuta a molti ieri: perché Michelin ha deciso di portare in Argentina la gomma anteriore con la vecchia caracassa? Piero Taramasso, in Qatar, ci aveva assicurato che era stato scelto il nuovo pneumatico per questa stagione e che non ci sarebbero stati cambiamenti.

Per risolvere il mistero, la soluzione migliore è risalire alla fonte e riproporle il quesito.

È vero avevo detto che la gomma anteriore era stata decisa, ma avevamo parlato prima della gara a Losail - spiega Taramasso - Fino a quel momento, solo Rossi e Iannone si erano lamentati dello pneumatico anteriore e quindi avevamo scelto di continuare su quella strada”.

Poi cosa è successo?
Al termine della gara alti piloti ci hanno detto di non essere più così sicuro di quella scelta, parlo di Marquez, Crutchlow, Pedrosa e Aleix Espargarò. La situazione è cambiata”.

Diversi piloti e diverse moto, come Honda e Aprilia oltre a Yamaha e Suzuki…
Infatti, i piloti ci hanno parlato di un movimento fastidioso nella transizione da moto dritta a piegata. Quindi abbiamo analizzato con cura i dati raccolti nel primo Gran Premio”.

Quindi avete cambiato idea?
Dopo i test invernali eravamo convinti della nostra scelta, anche per le sensazioni dei piloti, ma una gara è sempre diversa dai test, è la situazione in cui si spinge dall’inizio alla fine. Perciò abbiamo deciso di riproporre qui una gomma con la vecchia costruzione, sarà una sorta di test nelle condizioni più utili possibili”.

Quindi i piloti potranno usarla anche in gara?
Certamente, più informazioni avremo e meglio sarà per noi. Avranno le tre opzioni di mescole con la nuova costruzione, più una con la vecchia”.

Poi cosa succederà?
Dopo la gara decideremo se proporla nuovamente ad Austin e infine quale strada seguiremo nel 2017”.

Significa che non volete portare avanti durante la stagione due gomme con costruzioni diverse?
Esatto, ci era successo di farlo lo scorso anno e non vogliamo ripeterlo. Vogliamo avere una sola soluzione e quindi dovremo decidere”.

Passando ora al GP di Argentina, come vi siete preparati a una gara che l’anno scorso vi ha dato molti problemi?
Siamo tranquilli, per quanto riguarda il posteriore riproporremo le mescole usate l’anno scorso con la carcassa del Qatar, che ha dato prova di robustezza per tutto lo scorso anno. Sono fiducioso e sicuramente vogliamo fare meglio dello scorso anno. L’unico problema sarà il meteo ma, ripeto, mi sento tranquillo”.

Articoli che potrebbero interessarti