Tu sei qui

MotoGP, Kallio: KTM a un buon livello per il GP di Valencia

Conclusi i test ad Aragon per Mika e De Puniet. Prossime tappe: galleria del vento a Colonia, poi Brno e Valencia

Kallio: KTM a un buon livello per il GP di Valencia

Da Misano ad Aragon, per altri 3 giorni di test e 470 giri messi nel cassetto. Non si può dire che KTM stia prendendo sottogamba il progetto MotoGP e Mika Kallio e Randy De Puniet hanno messo alla frusta la RC16 sul tracciato spagnolo.

I due tester hanno trovato il sole per le prove ma anche un tracciato sporco e con poco grip. Ora i progettisti di KTM lavoreranno a Colonia in galleria del vento, poi fra tre settimane il test team sarà A Brno. A metà ottobre l’ultima uscita sarà a Valencia, circuito dove la RC16 debutterà nell’ultima gara della stagione.

Randy De Puniet“E’ stato un altro test positivo - afferma il vicepresidente Mike Leitner - e i due piloti hanno dato riscontri simili. Siamo riusciti a fare un miglioramento nel setup. Questi sei giorni ci hanno permesso di provare molte cose in poco tempo e di chiarirci le idee. Abbiamo potuto provare in condizioni di caldo, fare simulazioni di gara e raccogliere dati importanti, soprattutto per quando riguarda il motore.

Il direttore tecnico Sebastian Risse ha aggiunto: “questi sei giorni ci hanno portato al limite ed è stato belle vedere i risultati alla fine. Abbiamo fatto molte prove comparative per fare il punto all’ultimo giorno. Ora abbiamo un’idea più precisa di come sarà la moto con cui correremo a Valencia.

Molto soddisfatto Mika Kallio: “lo so che mi ripeto, ma i test a Misano ed Aragon sono i migliori che abbiamo fatto. Siamo riusciti a progredire molto grazie a un duro lavoro. Questo ci ha portato a un buon livello per la wild card in Valencia, anche se bisogna essere realistici nel fissare gli obiettivi e non dimenticare che il progetto è nuovo. Ad Aragon abbiamo trovato un setup che garantisce maggiore trazione e mi dà maggiore fiducia. La prossima tappa sarà Brno e sarà interessante, perché è una pista in cui abbiamo già girato”.

Era da un po' di tempo che Randy De Puniet non saliva sulla KTM, “tre mesi - ha ricordato - Il primo giorno non è stato facile per me, ho dovuto riadattarmi mentalmente alla guida di una MotoGP. Abbiamo fatto un gran lavoro, ho confermato alcune sensazioni di Mika e ho indicato nuove direzioni. Guiderò ancora la RC16 nei test a Valencia per cercare di aiutare Mika in previsione della gara”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti