Tu sei qui

SBK, Vizziello: "8 Ore di Suzuka? Una gara super!"

"Quella è la gara più difficile di tutta la stagione, sarà un onore per me esserci e mi batterò con Haga e Yanagawa, dei quali ero tifoso"

Vizziello: "8 Ore di Suzuka? Una gara super!"

Share


Dopo due gare a Laguna Seca non propriamente soddisfacenti, Gianluca Vizziello pensa già ai suoi prossimi impegni. Il trentaseienne pilota lucano, in forza al team Grillini SBK con la Kawasaki ZX10R, è un ragazzo che ama ciò che fa, ci mette sempre entusiasmo e vive ogni esperienza con serietà e scanzonatezza, un mix non facile da proporre nel severo mondo delle corse di oggi.

Al ritorno dagli Stati Uniti e riordinate le idee, Gianluca racconta quali saranno le sue prossime avventure: “Quest’anno mi sto divertendo moltissimo, sto saltando da un campionato all’altro ed in pratica sono sempre in moto: non solo alle gare della SBK e del Mondiale Endurance ma anche qui a Policoro, vado a spasso con le mie”.

Bè, “a spasso”, non è credibile, da uno come te che viaggia ancora forte in ogni campionato…

Mi difendo ancora bene, è vero. Peccato per i due risultati negativi di Laguna Seca, ma le corse, a volte, vanno così. Però, in Germania a metà settembre, sulla mia Kawasaki ZX10R del team Grillini avremo un motore nuovo e tornerò sicuramente in zona punti ed anche meglio, perché quello è il nostro risultato ideale, considerata anche la bravura dei ragazzi della mia squadra”.

Sicuramente, ma siamo saltati troppo in là… prima dovrai recarti in Giappone per una “garetta” piuttosto impegnativa…

“Ah, sì: lunedì partirò… per me correre la 8 Ore di Suzuka rappresenta una esperienza nuova e bellissima, un vero onore; laggiù non ci sono mai stato, non conosco la pista, ho solo visto qualche video e già così ho capito che sarà molto difficile, proprio per le caratteristiche spettacolari del tracciato. Inoltre, gli equipaggi giapponesi saranno veramente aggressivi e quella sarà la gara più dura della stagione”.

La tua Kawasaki del team Bolliger Endurance avrà delle gomme speciali per l’occasione?

“Onestamente, andremo a Suzuka senza aver effettuato test su quella pista, ma so che la Pirelli vuole fare bene e credo che porterà del materiale pari a quello che usiamo nel mondiale, magari dedicato alle lunghe durate. Comunque, potrebbe anche piovere, chissà… in quel caso, come sai, io mi trovo sempre a mio agio”.

Ci saranno molti team agguerriti e piloti di grido… chi temi di più?

Vedo bene lo squadrone Honda che con Hayden, Van Der Mark ed il pilota di casa Takahashi, ce la metterà tutta per vincere; anche la Yamaha partirà bene, ci saranno Alex Lowes, Pol Espargarò che ha vinto lo scorso anno; inoltre qualche vecchietto illustre sarà al via, e sono molto onorato di correrci contro perché sono stato un loro tifoso”.

I “vecchietti” saranno Noriyuki Haga ed Akira Yanagawa, due piloti che il giovanissimo Gianluca ammirava in tv e con il primo si è già scontrato in diverse stagioni SBK, mentre con il secondo sarà la prima gara che condividerà. Degli specialisti, insomma, ma Vizziello non appare preoccupato: “Il team Bolliger Kawasaki è di ottimo livello, i miei compagni Michael Savary e Horst Saiger sono veloci ed esperti ed io mi sto allenando per affrontare i turni gara, andando a correre sotto al sole con step da 25 minuti l’uno”.

A proposito, che turni vorresti fare?

Non lo so, dipende. La partenza la affronta il più veloce dei tre in equipaggio, quindi vedremo. Il caldo del pomeriggio non mi spaventa, dove vivo io a Policoro fa caldo quasi sempre e sono quindi abituato. Il buio non mi dà problemi perché anche con le mie moto vado in giro di notte. Correre lì ti garantisce un curriculum speciale in caso di buon risultato, ma non posso fare previsioni; sicuramente, sarà una gara difficile ma sarà super!”

Quindi, non temi nulla in vista della 8 Ore di Suzuka?!

Sì, una cosa mi fa paura: il viaggio aereo è una mazzata e non passa mai, altro che 8 Ore".

Articoli che potrebbero interessarti