Tu sei qui

SBK: L'Aprilia prossima ventura

Quanto può influire il ritiro di Biaggi sui piani della Casa veneta per la Superbike?

SBK: SBK: L'Aprilia prossima ventura

Share


Il legame tra Aprilia e Biaggi è stato sempre molto stretto sin dai tempi della 250 GP per arrivare alla Superbike. E questo rapporto stretto potrebbe continuare anche in futuro se dovesse andare in porto il progetto di Max come team manager.

E il Corsaro non ha mai nascosto il proprio interesse a portare avanti anche un lavoro sui giovani.

In tempi più stretti, invece, l'Aprilia dovrà definire i propri programmi per la Superbike 2013. Persone Aprilia ci hanno riferito che stanno lavorando su più fronti ed a breve - sicuramente prima dei test di fine mese a Jerez - dovrebbe esserci un chiarimento.

La prima ipotesi è quella di continuare con il team ufficiale, forse con un pilota, la stessa scelta che stava per essere fatta a fine 2011 quando la Casa di Noale voleva schierare il solo Biaggi che fu poi affiancato da Laverty.

Oggi Laverty - che ha un contratto anche per il prossimo anno - potrebbe essere, quindi, l'unico pilota ufficiale Aprilia. Ancora libero, però, c'è anche Sylvain Guintoli, pilota che piace a Noale e che potrebbe salire sull'eventuale seconda RSV4R ufficiale.

Altra ipotesi è quella del team Althea che potrebbe diventare il... braccio armato dell'Aprilia in Superbike. Alla squadra di Civita Castellana verrebbe "girato" Laverty al quale sarebbe affiancato Davide Giugliano che diventerebbe un pilota (semi) ufficiale Aprilia.

Se rimanesse la squadra interna, invece, potrebbe nascere la possibilità Guintoli, appoggiata al team di Bevilacqua (e sostenuto in qualche modo dall'Aprilia).

Non è da dimenticare che intenzione di Gigi Dall'Igna è quella di schierare quattro moto nel 2013.

Ma per il team Althea non è da escludere una possibilità CRT: Bevilacqua ed i fratelli Coppola saranno nel week end a Valencia per incontrare dirigenti della Dorna non solo per capire il futuro della Superbike ma anche per sondare una ipotesi MotoGP.

Altra squadra che potrebbe correre con un'Aprilia è il Red Devil Roma che dispone di Michel Fabrizio. Il romano è già salito sulla quattro cilindri di Noale e sperava di diventare un pilota "satellite" della Casa di Noale. Ora vede in pericolo questo ruolo di rilievo che era riuscito ad ottenere grazie al lavoro dei titolari della squadra romana.

Non si esclude, poi, una sorpresa finale, anche se non si vedono in giro - salvo il team ParkinGO - squadre in grado di prendere in gestione una moto complessa come la quattro cilindri due volte campione del mondo.

 

Ecco il testo del comunicato di saluto del Gruppo Piaggio a Max Biaggi:

"Aprilia Racing e il Gruppo Piaggio ringraziano Max Biaggi, nel giorno in cui annuncia il ritiro dalle corse, per lo straordinario contributo dato alle attività sportive e all'immagine di Aprilia. Dal primo alloro iridato vinto nel 1994 nella classe 250 sino ai titoli Piloti e Costruttori conquistati quest'anno con Aprilia RSV4 nel mondiale SBK, la storia agonistica di Aprilia è indissolubilmente legata alle imprese di Max, autore di indimenticabili vittorie tricolori e unico pilota italiano ad avere trionfato nella Superbike. Max ha vinto con le moto di Noale cinque dei suoi sei titoli mondiali, e ha conquistato 41 vittorie e 43 podi: è in assoluto il pilota Aprilia più vincente di sempre, oltre che uno dei più grandi protagonisti del motociclismo sportivo a livello mondiale. Il Gruppo Piaggio invia a Max Biaggi i più calorosi auguri di felicità e di successo in tutte le sfide personali e le nuove attività professionali che Max vorrà intraprendere".

Articoli che potrebbero interessarti