Tu sei qui

SBK, Scott Redding: “Nel 2024 vorrei salire sul podio con più continuità”

“Mi piace l’atmosfera in Bonovo e penso di poter fare un passo avanti in questo terzo anno con BMW. Dobbiamo perfezionare diverse cose per essere più competitivi, ma l’arrivo di Toprak è positivo e potremo imparare da lui”

SBK: Scott Redding: “Nel 2024 vorrei salire sul podio con più continuità”

Archiviata la sua peggior annata da quando corre in Superbike, Scott Redding si prepara per affrontare la sua terza stagione sotto il vessillo della BMW, nonché la prima da portacolori del team Bonovo Action. Un cambio di casacca obbligato, che sembra però aver dato nuova linfa al pilota britannico, apparso sorridente e rilassato come non lo si vedeva da tempo, in occasione della presentazione svoltasi ieri a Berlino.

“Spero di compiere un altro passo - ha ammesso Scott ai microfoni del sito ufficiale della SBK - Non vedo l’ora, perché sento che ci sono stati dei progressi e dei miglioramenti e credo che nel terzo anno si possa fare un ulteriore passo avanti, perché ho una comprensione migliore della moto. La squadra è ottima, è molto accogliente e familiare, con uno stile un po’ ‘old school’ che mi piace molto. Mi piace avere questo ambiente intorno a me, mi renderà più felice e rilassato. So di avere una buona moto, anche perché èuguale a quella che hanno gli altri piloti. Dobbiamo soltanto stare a vedere, cominciare i test e iniziare a verificare alcuni nuovi elementi e configurazioni. Poi ci recheremo a Phillip Island, dove ricomincerà tutto quanto”.

Il 14° posto in campionato e le difficoltà vissute nel 2023 non hanno tolto fiducia a Scott, intenzionato a voltare pagina al più presto e tornare a lottare per le posizioni che contano.

“Ci sono state solo due stagioni nella mia carriera in cui non sono salito sul podio. Quindi, mi ha turbato parecchio il fatto di non essere riuscito a raggiungere quell’obiettivo lo scorso anno, però è successo. Stavamo sviluppando la moto e abbiamo cercato di fare il massimo che potevamo in quell’ambito, perciò credo che quest’anno dovremo cercare di raddoppiare per compensare le ultime stagioni. Con i cambiamenti regolamentari e lo sviluppo che abbiamo fatto, credo ci sia il potenziale per stare più spesso in Top 5 e tornare a lottare per il podio sui tracciati in cui siamo più forti” ha affermato il 31enne, che si riterrà soddisfatto se nel 2024: “Sarò almeno tra i primi cinque o sei in campionato e vorrei salire sul podio con più regolarità. Abbiamo bisogno di un paio di podi. È questo l’obiettivo”.

Il lavoro da fare non manca, come ha osservato lo stesso Redding, spiegando cosa vorrebbe migliorare in vista della prossima stagione:“Ci sono tante piccole cose. Non è come dire: ‘Ok, ci manca il grip posteriore, lo sappiamo, continuiamo a lavorarci e già migliorare quello sarebbe un buon passo’. Poi si tratta della messa a punto, dell’elettronica, della posizione, delle sospensioni… Ci sono ancora un sacco di cose che dobbiamo rendere perfette per poter essere più competitivi”.

Un aiuto in questo senso potrebbe arrivare anche dall’innesto nel gruppo di Toprak Razgatlioglu, che ha deciso di sposare il progetto BMW dopo quattro stagioni in Yamaha.

“L’arrivo di Toprak è una buona cosa: è un pilota di alto livello che è stato in lotta per la vittoria, quindi conosciamo le sue capacità. Anch’io conoscevo le mie quando sono arrivato qui, ma è stato difficile. Ad ogni modo, la moto adesso è in una situazione completamente diversa e penso che potremo imparare da Toprak, soprattutto in frenata - ha osservato Scott - È un bravo ragazzo e c’è una bella atmosfera, quindi penso che avremo una buona occasione quest’anno”.

Articoli che potrebbero interessarti