Tu sei qui

SBK, Bautista fa brillare la Ducati nei test di Misano, 2° Gerloff

Alvaro è il migliore del mercoledì seguito a quasi quattro decimi dall'americano, 3° Rinaldi, poi Baz e un super Oettl, Redding chiude decimo a oltre un secondo e mezzo

SBK: Bautista fa brillare la Ducati nei test di Misano, 2° Gerloff

Share


Alle ore 18 si è conclusa la prima giornata di test a Misano della Superbike. Un mercoledì in cui il meteo ha dato un contributo non da poco ai piloti impegnati sul tracciato della Riviera, con il sole a splendere durante l’arco della giornata. Al termine di questa prima uscita, ci ha pensato Alvaro Bautista a mettere in riga la concorrenza, siglando il riferimento in 1’33”983.

Lo spagnolo è uscito allo scoperto nel corso del pomeriggio, trovando la zampata vincente con la gomma SC0. Nonostante una caduta al mattino, è stato un mercoledì in crescendo quello del portacolori Aruba, il quale ha lavorato su prove comparative tra vecchio e nuovo forcellone.

Alle sue spalle si porta quindi Garrett Gerloff con la prima delle Yamaha. L’americano di GRT ha chiuso la giornata con il secondo crono, precedendo la Ducati di Michael Rinaldi di meno di un decimo. Le due Panigale V4 ufficiali sono quindi a stretto contatto con la vetta e all’appello si aggiunge anche quella di Philipp Oettl.

Il rookie del team Go Eleven ha infatti regalato alla sua squadra l’ennesima giornata convincente, a tal punto da chiudere in quinta posizione a un secondo dalla vetta. Non male quindi il percorso del pilota tedesco, preceduto a fine giornata dalla BMW di Loris Baz, in crescita con la M 1000 RR rispetto a Jerez..

È quindi il francese il migliore per il marchio tedesco, dal momento che Redding non è andato oltre il decimo tempo a un secondo e mezzo dalla prestazione di Bau Bau. Il pilota britannico deve quindi rincorrere nel mercoledì di Misano, anche se la ricerca del tempo sul giro non rappresentava la priorità in quello che è il primo test di questo 2022.

Meglio di lui ha fatto Mahias, sesto con la Kawasaki di Puccetti, poi Axel Bassani con la Ducati di Motocorsa, il quale non ha utilizzato alcuna gomma morbida. Ottavo invece Laverty, poi Sykes con la Panigale V4, infine Nozane con la Yamaha di GRT non. Domani seconda e ultima giornata di test.

photocredit: daniguazzetti.com

Articoli che potrebbero interessarti