SBK, Loris Baz in Ducati, ma in America, sulla moto di Zanetti!

Nessuno in Superbike ha voluto mettere i soldi per Loris e allora il francese è volato negli States nel MotoAmerica, soffiando la rossa al pilota bresciano

Share


Loris Baz in Ducati, ma in America, sulla moto di Zanetti! Nemmeno Alfred Hitchcock sarebbe riuscito ad immaginarsi un copione del genere di un mercato a dir poco folle. Invece, è tutto vero!

Già, perché il Mondiale Superbike saluta Loris Baz dopo un anno e mezzo dal rientro nella competizione. Andiamo però per ordine, giusto per non perdere il filo.

Dopo che si è chiusa l’avventura con BMW Althea, il francese è tornato nel Mondiale Superbike a maggio 2019, dal momento che Ten Kate gli aveva offerto la sella della Yamaha R6.

Un’avventura iniziata a Jerez e conclusasi lo scorso ottobre a Estoril quella del pilota francese in sella alla moto giapponese. Durante l’anno non sono mancate le voci legate a una sua eventuale promozione nel team ufficiale, invece su quella Yamaha ci è salito Andrea Locatelli. Loris si è quindi trovato a fare i conti con la questione rinnovo con Ten Kate. Peccato che il COVID abbia condizionato non poco i piani a livello economico dello squadrone olandese in vista del 2021, tanto da non riuscire a dare certezze in anticipo al transalpino in merito al suo futuro.

Loris ha quindi iniziato a guardarsi attorno, sondando varie piste con un obiettivo ben chiaro: “Io, per correre, non metto un euro”. Ha quindi parlato con Motocorsa, ma anche con Barni e Go Eleven, fino ad arrivare a Lucio Pedercini. Al tempo stesso ci si aspettava un aiuto da parte di Motul, ma a quanto pare la società francese non è riuscita a dare quel contributo necessario in termini economici, al fine di concretizzare una di queste trattative.

Messo con le spalle al muro, Baz sarebbe potuto ripartire dal BSB, dove Honda avrebbe puntato su di lui. Invece, ecco arrivare il colpo di scena. Già, perché ancora una volta  l’America si conferma terra delle grandi opportunità. A pensarci è Ducati America, rappresentata dal team Celtic HSBK Racing Ducati New York, che gode del sostegno di Eraldo Ferracci.

Stiamo parlando della squadra che lo scorso anno aveva visto in azione Lorenzo Zanetti, vincitore tra l’altro con la Rossa a Indy. Ducati New York e Zanetti sembravano prossimi al rinnovo, tanto che mancavano solo le firme per il nuovo anno, invece ecco arrivarre all'ultimo la decisionedi virare su Baz, il quale non ha rinunciato a un’offerta così ghiotta, in particolare dal lato economico.

Baz ripartirà quindi dagli States nel Campionato a stelle e strisce di Wayne Rainey, mentre il pilota di Lumezzane è costretto a mandare giù un boccone davvero amaro, dovendo fare in conti con una doccia gelata che mai si sarebbe aspettato.

Share

Articoli che potrebbero interessarti