Tu sei qui

SBK, Pedercini annuncia Cresson, ma l’intrigo è la seconda Kawasaki

Lucio vuole presentare una seconda ZX-10RR sullo schieramento e il sogno nel cassetto è Loris Baz, ma la faccenda è complessa

SBK: Pedercini annuncia Cresson, ma l’intrigo è la seconda Kawasaki

Share


Lucio Pedercini ha annunciato quest’oggi il nuovo portacolori per la prossima stagione, ovvero Loris Cresson. Attraverso un comunicato stampa diramato dal team tricolore, il patron ha fatto sapere che il belga salirà in sella alla ZX-10RR per la prossima stagione e anche quella seguente.

Si tratta quindi di un accordo biennale con scadenza nel 2022. D’altronde c’era da immaginarselo, dopo che il pilota ha preso parte alla tappa di Estoril e i successivi test autunnali tra Portogallo e Spagna (Jerez+Aragon).

Sta di fatto che l’obiettivo di Lucio per il 2022 è quello di schierare una seconda moto. Proprio in questi giorni, l’ex pilota sta facendo attente valutazioni legate al budget, in modo che tutti i tasselli possano incastrarsi. È una questione legata infatti alle sponsorizzazioni in un momento non certo facile per il Motosport, vista la diffusione del COVID-19 che ha costretto le aziende a rivedere i propri piani.

Proprio per questo motivo Pedercini sta tergiversando, al fine di non fare il passo più lungo della gamba. La seconda Kawasaki sarebbe infatti una sorta di ciliegina sulla torta. Qualora non dovesse concretizzarsi l’affare, nessun problema, tutti gli sforzi verrebbero infatti concentrati solo ed esclusivamente su Cresson.

Eppure Lucio non vuole certo rinunciare alla propria idea, così come al fatto di avere in squadra un pilota di prima linea. Il sogno del patron è Loris Baz. Al momento il francese sta aspettando risposte da Ten Kate, ma al tempo stesso si sta guardando attorno per non rimanere a piede. Pedercini può essere un’opzione interessante, consapevole del fatto che il transalpino non metterà un solo centesimo di tasca sua. D’altronde Baz è sempre stato chiaro sulla questione: Io non pagherò mai per correre”. Proprio per questo motivo, non è da escludere un avventura del francese nel BSB in sella alla Honda. Si tratta infatti di un rumors delle ultime ore.

Baz a parte, Pedercini tiene calda anche la pista legata a Sandro Cortese, nonostante il tedesco abbia avuto modo di parlare con Motocorsa. La squadra di Lorenzo Mauri è scesa in pista nei test autunnali con Axel Bassani, ma al momento la trattativa non si è ancora definita. Il tedesco si è quindi fatto avanti con l’obiettivo di essere al via della stagione 2021. Rimanendo in tema Motocorsa, uno dei piloti seguiti dalla squadra tricolore è stato anche Loris Baz, ma il nodo principale rimane di carattere economico.

Tra tanti dubbi e interrogativi c’è però una certezza. Per fortuna, verrebbe da dire. Stiamo parlando di Tito Rabat! Già perché nelle prossime verrà annunciato l’ingaggio da parte di Barni del pilota spagnolo. Non male come regalo natalizio quello di Marco Barnabò, che nel 2021 proverà a lasciarsi alle spalle un 2020 dal retrogusto amaro.   

Articoli che potrebbero interessarti