SBK, Il COVID non fa sconti: BMW rinuncia ai test di Jerez, Yamaha in stand-by

La squadra di Shaun Muir ha deciso che non prenderà parte alla due giorni spagnola, mentre Crescent deciderà entro il weekend

Share


I contagi stanno aumentando in tutta Europa e di conseguenza i Governi dei vari Paesi si muovono per attuare misure restrittive al fine di evitare assembramenti e ridurre allo stretto necessario i vari spostamenti. Queste dinamiche ricadono sulla vita di tutti noi e ovviamente anche sul Motosport.

Martedì 17 e mercoledì 18 novembre a Jerez ci saranno i test Superbike organizzati da Kawasaki, che per l’occasione vedranno in pista tutte le squadre satellite della Casa giapponese. Tra i team presenti nella lista compare anche Honda, così come Yamaha e BMW.

Peccato che quest’ultima abbia deciso di rinunciare al doppio appuntamento spagnolo. A causa delle limitazioni negli spostamenti, la squadra di Shaun Muir non sarà infatti di scena con Sykes e Van der Mark sul tracciato spagnola.

In una situazione per certi versi simile si ritrova anche Yamaha, che entro il fine settimana dovrà decidere cosa fare. Il team PATA non vuole certamente rinunciare alla due giorni, ma al tempo stesso deve fare i conti con le limitazioni riguardanti gli spostamenti.

Articoli che potrebbero interessarti