MotoGP, Doohan: "Rossi non mostra i segni di un pilota che vuole ritirarsi"

"Se continuerà sarà un bene per lo sport ma non verrà mai dimenticato. Alex Marquez è stato lasciato a piedi senza correre, e se facesse una grande stagione?"

Share


Tutti sono in attesa della decisione di Valentino Rossi di continuare a correre, notizia che è attesa a breve. I giorni in MotoGP non sembrano ancora finiti per il Dottore e Mick Doohan, intervistato da motogp.com, ne è certo.

Non mostra segni di un pilota sul punto di ritirarsi, lotta più duramente della maggior parte dei piloti in pista e riesce a essere vicino ai primi” il commento del campione australiano.

Il motociclismo ha ancora bisogno di Rossi.

Se rimarrà sarà un bene per lo sport - ha aggiunto - Ama correre, perché dovrebbe smettere se è in forma anche mentalmente e tiene il passo di piloti che hanno 20 anni meno di lui. Sarà triste quando si ritirerà ma non sarò mai dimenticato

Doohan ha anche detto la sua sua su uno dei colpi di scena del mercato: l’arrivo di Pol Eespargarò in Honda al posto di Alex Marquez.

Alex è stato lasciato a piedi prima di correre, mi sembra strano - ha detto - Chi sa cosa è successo dietro le quinte, certamente non io. Se farà grande stagione poi cosa accadrà? Ci sarà posto per lui? Ho sentito di Pol, sicuramente farà bene, ma non abbastanza vicino a Honda per dire di più”.

Share

Articoli che potrebbero interessarti