Tu sei qui

Tutti i tempi, i dati e le velocità massime dei test MotoGP a Valencia

I tempi combinati della due giorni, le velocità massime ed i migliori parziali per capire veramente i punti di forza e le debolezze di moto e piloti in pista

MotoGP: Tutti i tempi, i dati e le velocità massime dei test MotoGP a Valencia

La classifica combinata dei due giorni di prove ci mostra che solo quattro piloti non hanno migliorato i propri tempi.

Una cosa da sottolineare perché l'ultimo giorno di prove è stato il migliore, dal punto di vista atmosferico, ed anche quello in cui la pista era più gommata e quindi più veloce.

Dovizioso non ha migliorato il tempo della prima giornata

E' una sorpresa che sia stato proprio Dovizioso, 8° tempo complessivo, a non migliorare l'1.30.665 di martedì. Dovi si è fermato ad 1.31.143, nella giornata conclusiva, ma ciò probabilmente si spiega con il carattere analitico del forlivese, poco incline a tirare fuori il 100% durante le prove.

Petrucci, invece, non ha semplicemente girato per il riacutizzarsi dei suoi problemi ad una spalla.

Per Iannone la spiegazione del mancato passo avanti - è rimasto fermo all'1.31.674 che gli ha dato il 20° tempo, girando oggi in 1.31.800 - è nel problema tecnico che ha mandato a fuoco la sua RS-GP. Più lento della prima giornata anche il collaudatore Aprilia Bradley Smith, 1.32.090 il primo giorno, 1.32.249 il secondo.

Non dobbiamo comunque dimenticare che la casa di Noale non ha portato novità di rilievo a Valencia perché la nuova moto sarà pronta unicamente il prossimo anno, è attesa nei test di Sepang.

Ducati record di velocità con Jack Miller, ma la Honda è vicina

Una occhiata alle velocità massime ci mostra un Jack Miller a quota 335,4Km/h, con una media di 328,5. Alle sue spalle la Honda di Marc Marquez con 330,5 di velocità di punta con una media di 326,3.

Al terzo e quarto posto la Ducati di Dovizioso e la Honda di Crutchlow. Nessuna sorpresa, e non sorprende nemmeno la quinta velocità di Karel Abraham.

Passi avanti KTM anche sulla velocità con Dani Pedrosa e Pol

Non è male invece la sesta velocità di Joan Mir con la Suzuki, anche se i piloti di Hamamatsu hanno ribadito che il loro punto di forza non è nel motore. Buona invece la top speed della KTM, non solo con Dani Pedrosa, piccolo, leggero ed aerodinamico, ma anche con Pol Espargaro. Per entrambi 324,3 Kmh, con un minimo vantaggio di Dani sulla media.

Marquez indietro nei parziali nel T3 e T4

I tempi parziali nei singoli settori sono di più difficile interpretazione, se non che siamo rimasti piuttosto sorpresi nel vedere Marc Marquez piuttosto indietro nel T3 e T4, rispettivamente 8° e 9° tempo frazionato. Quartararo, Morbidelli e Vinales sono invece sempre fra i migliori in tutti i settori. Ma Valencia è un circuito lento e molto guidato. Vedremo lunedì e martedì prossimo quale sarà la situazione a Jerez.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti