Tu sei qui

MotoGP, Pernat: "Bastianini in Honda? No, Enea deve rimanere in un team italiano"

Il manager genovese, reduce dalla duplice gioia della vittoria dei suoi 'protetti', 'la Bestia' in MotoGP ed Arbolino in Moto2, ha parlato del futuro del pilota del team Gresini

MotoGP: Pernat: "Bastianini in Honda? No, Enea deve rimanere in un team italiano"

Share


La seconda vittoria di Enea Bastianini, che conferma il successo del Qatar, riporta il pilota del team Gresini in testa al mondiale e rilancia le voci che vorrebbero l'italiano nel mirino della Honda per affiancare Marc Marquez nel 2023.

Carlo Pernat, il suo manager (nella foto con Enea ed Arbolino, i due vincitori del GP delle Americhe N.d.R.), però è di opinione contraria: "Enea ha già avuto esperienza con la Honda, in Moto3, nel team Monllau e gli avevano fatto perdere l'entusiasmo. Gli spagnoli non possono gestire un italiano. Bastianini deve continuare a correre in un team gestito da italiani".

Interrogato se anche un posto in un altro team satellite come Pramac andrebbe bene, Pernat se la è cavata con una battuta: "basta che abbia il trattamento da ufficiale, anche dal punto di vista dell'ingaggio", ha sorriso sornione.

Quando la palla è passata ad Enea, però, la giovane stella del team Gresini ha espresso un parere leggermente diverso.

"Io in questo momento non ci penso, ma non rifiuterei a prescindere altre offerte. Poi in realtà quando ero con Monllau e Honda ho imparato moltissimo".

Articoli che potrebbero interessarti