Tu sei qui

SBK, Phillip Island: ecco le CBR del team MIE Racing Honda per la Superbike 2024

Alla vigilia del Round in Australia, la squadra di Midori Moriwaki ha tolto i veli dalle Honda CBR1000RR affidate a Mackenzie e Norrodin e dalle CBR600RR con cui competerà in SSP con Toba e Pawi

SBK: Phillip Island: ecco le CBR del team MIE Racing Honda per la Superbike 2024

Alla viglia del Round a Phillip Island, il team Petronas MIE Racing Honda ha presentato la livrea che vestirà le sue Honda CBR1000RR e CBR600RR nel 2024. Una stagione che vedrà il malese Adam Norrodin e il britannico Tarran Mackenzie fare il salto in Superbike con la squadra diretta da Midori Moriwaki, di cui sono stati già portabandiera lo scorso anno nel Mondiale Supersport. Categoria in cui saranno sostituiti dal malese Khairul Idham Bin Pawi e dal giapponese Kaito Toba.

Quattro piloti giovani e talentuosi che saranno all’esordio nelle rispettive classi, dove faranno sfoggio di uno speciale schema cromatico, che incorpora un filo d’oro al tradizionale verde acqua Petronas, per celebrare il 50° anniversario dell'azienda.

Una sfida complessa ed elettrizzante attende i piloti e la squadra di Midori Moriwaki, che ha salutato con entusiasmo la stagione alle porte.“Sono felice e orgogliosa di presentare le squadre del team Petronas MIE Racing Honda per i Mondiali SBK e SSP, insieme ai quattro fortissimi piloti che le rappresenteranno. Adam e Tarran hanno già dimostrato il loro notevole talento e il loro spirito competitivo, conquistando punti in ogni occasione e assicurando la prima vittoria del team in SSP prima di passare quest’anno in SBK. Khairul e Kaito non hanno bisogno di presentazioni: entrambi vantano una prestigiosa esperienza internazionale nelle corse, tra cui il Campionato del Mondo di MotoGP, dove sono saliti sul podio e hanno vinto delle corse nella categoria Moto3 e sono certa che rappresenteranno in maniera ammirevole i colori del team Petronas MIE Racing Hondaha affermato, guardando già con un occhio verso il futuro: “Oltre ai nostri attuali impegni nel mondo delle corse, abbiamo intenzione di espandere la nostra attenzione verso progetti completi e duraturi. Al centro di questo impegno c'è la creazione di un innovativo programma di Academy, volto allo sviluppo dei talenti malesi attraverso i Mondiali SBK e SSP e lo sforzo congiunto dei nostri partner. L’obiettivo primario è quello di promuovere ed elevare le capacità dei piloti emergenti”.

Mackenzie e Norrodin pronti al debutto in SBK

Sono impazienti di iniziare questo nuovo anno anche Tarran Mackenzie e Adam Norrodin, consapevoli delle difficoltà che li attendono in questo nuovo capitolo della loro carriera nella classe regina della Superbike.

“L'anno scorso è stata la mia prima stagione nel paddock del WorldSBK. Non è stata una stagione facile e ci sono stati alti e bassi, ma anche degli alti evidenti, come la vittoria a Most, naturalmente, che è stato il primo successo sia mio che della squadra. Dopo un inizio difficile, è stato un risultato fantastico e ora sono entusiasta di iniziare questa stagione - ha dichiarato il pilota britannico - Anche se ho un po’ di esperienza in SBK, questa stagione sono essenzialmente un debuttante della categoria, così come Adam, quindi sappiamo che ci aspetta una sfida. In pratica, voglio è pensare solo a guidare, visto che non abbiamo avuto modo di fare molti test con la moto 2024. Non ho particolari aspettative in questo momento; l’obiettivo principale è quello di ambientarmi e continuare a progredire giro dopo giro, colmando il divario con i primi. Abbiamo bisogno di sentirci a nostro agio e di trovare una solida impostazione di base, che possiamo sfruttare nei diversi circuiti. Per quanto riguarda Phillip Island, ci ho già gareggiato due volte ma mai con una Superbike, quindi il test pre-gara è stato utile. È una pista divertente, veloce e scorrevole, anche se non si sa mai che tempo ci sarà. La livrea della moto e la tuta sono bellissime ed è bello indossare i colori di un marchio iconico come Petronas”.

Adattarsi alla Superbike non sarà un’impresa semplice. Proprio per questo Adam Norrodin preferisce cominciare la stagione senza porsi particolari obiettivi.

“Innanzitutto, voglio ringraziare il team Petronas MIE Racing Honda per avermi dato l'opportunità di gareggiare in WorldSBK. La stagione 2023 della Supersport è stata a tratti difficile, ma abbiamo ottenuto alcuni risultati solidi, in particolare una Top 5 a Most, e la squadra ha sempre fatto del suo meglio, lottando duramente per tutto l'anno. Quest'anno sono passato alla moto da 1000cc, il che segna l’inizio di un nuovo capitolo per me. È una sfida entusiasmante e lavorerò sodo per imparare e progredire, turno dopo turno - ha affermato - Non voglio mettermi troppa pressione, perché questa è la mia stagione da esordiente in una categoria di altissimo livello. Ci saranno molte cose da capire, non ultima la moto stessa, ma so che la squadra farà un ottimo lavoro e, se riuscirò a migliorare di weekend in weekend, sarò felice. Per quanto riguarda Phillip Island, mi piace molto il tracciato e l'anno scorso siamo riusciti a fare punti. Il tempo è un'incognita, ma prenderemo quello che viene - non mi dispiace la pioggia in realtà! Infine, voglio ringraziare Petronas per il suo prezioso supporto. È un onore far parte di questa famiglia per un’altra stagione, soprattutto nell’anno del 50° anniversario di Petronas. Faremo del nostro meglio per rappresentarla in pista”.


Articoli che potrebbero interessarti