Tu sei qui

MotoGP, Aleix Espargaró: “Maverick non mi sta impressionando, so quanto è veloce”

“Sono felice per lui ma in vista della gara per me non cambierà molto. Non ho la velocità delle ultime gare ma sono ottimista per domani, possiamo lottare per una top-6. Il giro tolto in FP3? Hanno sbagliato”.

MotoGP: Aleix Espargaró: “Maverick non mi sta impressionando, so quanto è veloce”

Share


La caduta nel finale del Q2 non toglie il sorriso ad Aleix Espargaró, che a Misano conquista un’ottima settima posizione mancando l’accesso alla seconda fila per 14 millesimi. Lo spagnolo, reduce da due ottime prestazioni tra Silverstone ed Aragón punterà a conquistarsi la top-6 in gara, come ammesso da lui stesso, per poter così consolidare il momento positivo che sta attraversando con un’Aprilia che ormai è sempre più una certezza nelle zone alte della classifica.

Non sono felice perché non ho la velocità che ho messo in mostra nelle ultime due gare, ma allo stesso tempo, sapendo dove siamo, devo dire che sono soddisfatto e ottimista per domani perché da ieri abbiamo fatto dei progressi, ho provato la dura all’anteriore nelle FP4 e mi sono sentito molto meglio - ha ammesso Espargaró - Nel complesso, il ritmo non è male e sono ottimista, ho fatto un piccolo errore in qualifica cadendo ma sono pronto per domani, non siamo lontani. Penso che potremo lottare per una top-5 o top-6, alcuni dei piloti che sono davanti a me non sono più veloci di me mentre le Suzuki, che sono dietro, sono forti. Sarà interessante, in più la soft e la media al posteriore vanno bene entrambe, potrebbe esserci anche la pioggia. Siamo pronti per lottare per i primi 6 posti, e qui non sarebbe male, mentre non siamo vicini abbastanza per un podio”.

Alla fine delle FP3 sei sembrato fuori dal Q2 in un primo momento: puoi dirci come mai sei rientrato tra i 10?
“Hanno fatto un errore, il team glielo ha fatto notare, se ne sono accorti e si sono scusati. Pensavano che il mio giro veloce fosse quello in cui è caduto Petrucci o Lecuona, ma non era quello il giro, il mio giro veloce era quello successivo e lì ho fatto tutto correttamente, non ci sono state bandiere gialle. Posso sbagliare, come tutti, ma penso di essere uno dei piloti che rispetta maggiormente le bandiere gialle, non ne perdo mai una. Quando ho visto che mi avevano cancellato il tempo sono rimasto perplesso, infatti avevo fatto tutto correttamente”.

Cosa pensi del lavoro che Maverick sta facendo in questo momento?
“Non mi sta impressionando, so quanto è veloce, lui ha anche girato qui due settimane fa. Pilota veloce con moto ottima e un po’ di esperienza in più rispetto agli altri: metti insieme tutti questi fattori ed è normale che sia vicino alla vetta. Sono felice, corriamo in Italia ed entrambe le moto sono in top-10, direttamente in Q2 e pronte per fare una bella gara. Sono contento per lui”.

È la prima volta che in gara avrai un compagno in top-10, pensi che sia d’aiuto anche per la tua gara?
“Non cambierà molto per me, avremo più informazioni. In FP4 siamo riusciti a provare diverse cose, lui ha iniziato con le soft e io con le medie, quindi ora gli ingegneri hanno più informazioni per capire quale sarà la gomma migliore per domani. Nel complesso è positivo avere un compagno di squadra competitivo, ma domani darò il massimo e spero di non vederlo visto che partirà anche dietro di me”.

Tenendo conto che il consumo della gomma si spera che non sia alto, che gara ti aspetti?
“A livello di consumo della gomma siamo lontani dal 100% come avviene in altre gare, credo che sarà del 70-80% ma non significa che non possa verificarsi un drop della performance. A volte ci sono gare in cui sfruttiamo il 120% della gomma ma siamo comunque competitivi mentre in altre arriviamo al 75% ma si verifica un grosso drop non permettendoci di essere veloci. Non sempre le due cose sono collegate. Il grip non è alto e di conseguenza il consumo non sarà importante, io sono ancora in dubbio tra gomma soft e media, dobbiamo fare delle analisi. Spero in una gara veloce sin da subito, sono convinto che Pecco cercherà di rompere gli indugi da subito perché è velocissimo. Dietro di lui ci sono le altre Ducati, ci sono le Honda, Suzuki ha un buon passo. Penso che la gara di domani possa essere divertente”.

Hai fatto il tuo miglior tempo al 15° giro nelle FP4 con gomma consumata, in realtà hai diverse opzioni.
“Sono contento, mi sento competitivo, alla fine delle FP4 ho montato una morbida usata e andavo più veloce con il passare dei giri, ma davanti a me ci sono almeno 3 piloti con un ritmo migliore mentre dietro ne ho due con un ritmo simile o migliore al mio perché le Suzuki nelle FP4 sono state veramente veloci. Per il podio mi manca qualcosa, vediamo domani”.
 

Articoli che potrebbero interessarti