Tu sei qui

MotoGP, Bastianini: “veloce e costante, ma non riesco a fare la differenza come nel 2022”

“Purtroppo con questa Ducati non riesco a superare, infatti sono rimasto a lungo dietro a Binder. Bagnaia? La differenza è che io devo staccare prima di lui”

MotoGP: Bastianini: “veloce e costante, ma non riesco a fare la differenza come nel 2022”

La gara di Jerez lascia l’amaro in bocca ad Enea Bastianini. Nel giorno in cui Bagnaia trionfa, il romagnolo deve infatti consolarsi con il quinto posto alle spalle di Alex Marquez dopo un GP dove è rimasto a lungo dietro alla KTM di Binder.

Da parte sua c’è dispiacere nonostante sia stato protagonista di un altro GP all’insegna della costanza tanto arrivare nella top five.

“Mi aspettavo di fare meglio in questa gara, soprattutto in fase di sorpasso, che rimane tuttora il nostro limite – ha esordito – la partenza non è stata male, ma sono rimasto imbottigliato e quindi ho dovuto fare un passo alla volta. La cosa buona è avere la velocità, ma resta il problema di non riuscire a superare. Già dallo scorso anno fatico a frenare da dritto, a differenza dell’ingresso in curva, cosa che invece gli altri riescono a fare meglio”.

La testa di Enea è quindi rivolta ai test di lunedì.
“Ovviamente abbiamo delle idee e stasera già lavoreremo per capire cosa fare. Alla fine la velocità c’era e potevo arrivare più avanti. Purtroppo Binder è davvero difficile da superare e come ieri mi ha rallentato la gara”.

Bastianini chiude la sua analisi con un confronto con Bagnaia.
“La differenza tra me è Pecco è che io tendo a bloccare di più l’anteriore e di conseguenza devo staccare prima. Non so se sia dovuto di più all’aerodinamica o la posizione in sella, ma questo è il lato negativo della mia moto che devo risolvere. Mi dispiace molto, perché guidavo bene e quindi ho un po’ di amaro in bocca. Ciononostante sono veloce e costante, ma non riesco a fare la differenza in gara come nel 2022”.

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy