SBK, SSP, Locatelli beffa Cluzel e cala la cinquina. A terra De Rosa

Il pilota Bardahl Evan Bros porta a casa il successo a Portimao, niente da fare per Cluzel. Terzo Isaac Vinales. A terra anche Lucas Mahias.

Share


Così come evvenuto nella giornata di ieri, anche Gara 2 del World SuperSport 600 è stata altamente spettacolare. Sui saliscendi di Portimao è andato in scena un ulteriore scontro "a viso aperto" tra i due grandi protagonisti di questa stagione: Andrea Locatelli e Jules Cluzel. Il pilota Bardahl Evan Bros ha avuto le meglio, centrando la quinta affermazione del 2020, beffando il francese nel finale di gara.

Nonostante non sia cambiato il risultato finale, Andrea Locatelli ha conquistato con fatica il successo finale. Come avvenuto in Gara 1, il 23enne di Alzano Lombardo non è partito perfettamente dalla pole position a discapito di Jules Cluzel e Corentin Perolari.

I due piloti GMT94 Yamaha si sono portati immediamente al comando delle operazioni, con Locatelli saldamente alle loro spalle in terza posizione. Il "Loca", una volta liberatosi di Perolari, non ha fatto altro che gestire la situazione attendendo il momento più opportuno per attaccare Jules Cluzel.

I due piloti di spicco della giornata del sabato, dopo quanto di buono mostrato nel corso delle sessioni di prove libere, hanno scavato fin da subito un solco importante rispetto al resto del gruppo.

La svolta della corsa è arrivata intorno al decimo giro, quando Jules Cluzel è uscito a rallentatore dalla curva Samsung. Locatelli non ha fatto altro che salutare, ringraziare e passare in testa.

Da questo momento in poi, il francese ha accusato sensibilmente il colpo, concludendo la gara in seconda posizione con quasi tre secondi di ritardo dal pilota Bardahl Evan Bros.

Per Andrea Locatelli, di canto suo, la quinta vittoria consecutiva della stagione. Nonostante abbia avuto vita molto più difficile rispetto alle tappe di Phillip Island e Jerez, il lombardo è riuscito ad avere la meglio nei confronti del suo diretto avversario in entrambe le occasioni del fine settimana.

Ottima terza posizione per Isaac Vinales (Kallio Racing), a completare un podio tutto Yamaha, ad oltre cinque secondi dalla vetta. Ai piedi del podio Steven Odendaal (EAB Ten Kate Racing), a precedere Phillip Oettl (Puccetti Racing) con la prima delle Kawasaki ed il rookie Manuel Gonzalez (ParkinGo Kawasaki), sempre più competitivo dopo il salto di categoria.

Solamente in settima posizione Corentin Perolari con la seconda R6 del Team GTM94, sprofondato nella pancia del gruppo dopo un'ottima partenza. Poi Hannes Soomer (Kallio Racing), Miquel Pons (H43 Team NOBBY) e Can Oncu ((Turkish Racing Team) a chiudere la top ten.

Dodicesima posizione per Raffaele De Rosa (MV Agusta Reparto Corse) che, dopo il podio di Gara 1, è scivolato alla Torre Vip sul più bello mentre si trovava in rimonta sul gruppetto in lotta per il podio. Tredicesimo Kevin Manfredi (Altogoo Racing Team), sedicesimo Federico Fuligni (MV Agusta Reparto Corse), diciannovesimo con caduta Axel Bassani (Soradis Yamaha Motoxracing), 21esimo Luigi Montella (DK MOTORSPORT).

Gara da dimenticare per Lucas Mahias (Puccetti Racing), caduto dopo poche curve causa gomma fredda. Per il francese uno zero pesante in ottica campionato.

La classifica piloti vede adesso Locatelli al comando con 125 punti, poi Cluzel a 90 e Mahias 62.

I RISULTATI DI GARA 2

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti