Tu sei qui

MotoGP, Morbidelli 'abile e arruolato': ha avuto l'OK dei medici per il Qatar

La risonanza magnetica a cui si è sottoposto il 2 marzo ha dato risultati favorevoli, permettendogli di tornare finalmente in azione. Tuttavia, giovedì 7 marzo Morbidelli si sottoporrà a un'ulteriore esami da parte dei medici del circuito per ottenere via libera

MotoGP: Morbidelli 'abile e arruolato': ha avuto l'OK dei medici per il Qatar

Come aveva anticipato Michele Pirro a Vallelunga il primo via libera della settimana per Franco Morbidelli arriva dai medici che lo hanno monitorato nelle ultime settimane.

La risonanza magnetica a cui si è sottoposto il 2 marzo ha dato risultati favorevoli, permettendogli di tornare finalmente in azione. Tuttavia, giovedì 7 marzo Morbidelli si sottoporrà a un'ulteriore esami da parte dei medici del circuito per ottenere via libera per il GP del Qatar.

A fine gennaio, Morbidelli è stato vittima di una caduta durante un allenamento a Portimao. Dopo settimane di recupero, esami e valutazioni mediche, Franky si sentiva pronto per affrontare la prova del Qatar. Tuttavia, in quell'occasione, i medici non gli hanno dato il via libera, consigliando al pilota di aspettare ancora un paio di settimane prima di tornare in pista, a titolo puramente precauzionale.

Ora, cinque settimane dopo l'incidente, Franky farà finalmente il suo debutto con Prima Pramac Racing al Gran Premio Qatar Airways del Qatar, che segnerà l'inizio della stagione 2024 del campionato.

"Sono molto contento di aver ricevuto l'autorizzazione medica per iniziare la stagione - ha detto Morbidelli - Sono impaziente di provare la moto, e di tornare alla dinamica delle gare e di conoscere meglio le persone della mia nuova squadra. Quest'anno rappresenta un cambiamento significativo nella mia carriera, e anche se questo incidente è stato
sfortunato, è ormai passato e voglio guardare avanti. Ringrazio i medici che mi hanno monitorato, e le persone che hanno sostenuto in queste settimane, e un ringraziamento speciale va a Prima Pramac Racing per il loro supporto".

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy