Tu sei qui

MotoGP, Martin senza rivali: è sua la Sprint Race a Buriram. 7° Bagnaia

Jorge vince e recupera 9 punti in Campionato portandosi a 18 lunghezze da Pecco nella classifica iridata. Sul podio Binder e Marini con M. Marquez quarto seguito da A. Espargarò. Sesto Bezzecchi, 8° A. Marquez poi Zarco, Miller e Quartararo. 12° Mir, 13° Bastianini

MotoGP: Martin senza rivali: è sua la Sprint Race a Buriram. 7° Bagnaia

Share


Jorge Martin senza rivali, proprio così! Lo spagnolo conquista infatti la sprint race del sabato, recitando un copione a parte. Per l’occasione l’alfiere Pramac precede Binder e Marini. In quarta posizione spicca invece Marc Marquez, che nel finale piega la resistenza di Aleix Espargarò.

Sesto posto per Marco Bezzecchi, soltanto settimo Pecco Bagnaia, autore di una gara in chiaroscuro seguito da Alex Marquez. Nei dieci anche Zarco e Miller mentre rimane fuori dalla top ten Quartararo. 12° Mir, 13° Bastianini, 15° Morbidelli, in fondo al gruppo Vinales.

GIRO 11 Inizia ora l'ultimo giro: bel duello tra Aleix Espargarò e Marquez per la quarta posizione. 

GIRO 10 - Due giri alla fine di questa sprint con Martin davanti a tutti. Marquez è ora attaccato all'Aprilia di Aleix Esparargò.

GIRO 9 - Martin vede il proprio margine scendere a un secondo e mezzo con Binder secondo e Martini terzo. Bagnaia si avvicina invece a Bezzecchi, portandosi a soli tre decimi. 

GIRO 8 - Marquez attacca Bezzecchi e lo passa, agganciando la quinta posizione. Bagnaia è sempre settimo a poco più di mezzo secondo da Bezzecchi. Miller decimo davanti a Quartararo, 11° Mir poi Vinales e Bastianini in risalita.

GIRO 7 - Di Giannantonio si ritira, Martin comanda con due secondi su Binder, braccato da Marini con Aleix Espargarò a rimorchio. 

Siamo a metà gara: ecco la classifica con Martin sempre al comando e Binder secondo davanti a Marini.

GIRO 5 - Caduta per Augusto Fernandez. Nel mentre Martin detta il ritmo seguitio a un secondo e mezzo da Marini con Binder in terza posizione. Track limits warning per Bagnaia, che è settimo, tallonato da Alex Marquez. Pecco lamenta quasi quattro secondi e mezzo dal vertice. 

GIRO 4 - Pecco infila in un colpo solo Alex Marquez e Zarco, prendendosi la settima posizione dietro a Marc Marquez, che lo precede di un secondo e mezzo. Occhio a Binder, attaccato a Marini per la seconda posizione. 

GIRO 3 - Martin sempre al comando della gara con un secondo su Marini mentre Bagnaia è in bagarre con Zarco e Alex Marquez per la settima posizione. Pecco ora è nono ma braccato sempre da Quartararo. Fuori dai giochi Nakagami. 

GIRO 2 - Martin detta il ritmo con otto decimi su Marini mentre Binder è terzo incalzato da Aleix Espargarò. Perde terreno Marquez, sesto, con Bagnaia nono seguito da Quartararo e Di Giannantonio. Pecco accusa tre secondi e due decimi dalla vetta al momento. 

GIRO 1 - Martin al comando davanti a Marini e Binder poi Marquez, sorprendendtemente quarto mentre Bagnaia scende al nono posto alle spalle di Zarco. Alle sue spalle Quartararo e Di Giannantonio. 19° Bastianini, 20° Vinales

Partiti!

Inizia ora il warmup lap!

14:45 Apre ora la pit lane. Le moto lasciano i box per andare a schierarsi

14:30 Tra mezz'ora scatterà la sprint a Buriram. Le condizioni meteo sono migliorate tanto che è tornato il sole. Temperature oltre i 30 gradi e 80% di umidità. 

14:10 Mancano 50 minuti al via della gara sprint e il cielo si sta annuvolando sempre più a Buriram. Ovviamente speriamo che il meteo non condizioni il pomeriggio, considerando che nel corso del weekend i piloti non hanno mai girato con l'acqua. 

Alle 15:00 locali, le 10:00 italiane, prenderà il via a Buriram la gara sprint della MotoGP. In pole ci sarà Jorge Martin, protagonista di un giro record in qualifica che gli ha consentito di agguantare la prima casella sullo schieramento.

Al suo fianco troveremo un’altra Ducati, ovvero quella di Luca Marini mentre chiude la prima fila l’Aprilia di Aleix Espargarò. Partirà invece dalla quarta casella Marco Bezzecchi seguito da Brad Binder e dal leader del Mondiale, Pecco Bagnaia.

Si preannuncia una sfida incandescente sul tracciato del Chang.

 

Articoli che potrebbero interessarti