Tu sei qui

MotoGP, Tardozzi: "Nessun problema sulla Ducati di Bagnaia nella Sprint di ieri"

Il team manager della Rossa: "Pecco sulla seconda moto non aveva le stesse sensazioni, l'unico difetto che possiamo trovare è averla provata poco nel fine settimana"

MotoGP: Tardozzi:

Ieri sera ci eravamo lasciato con i dubbi su cosa fosse successo sulla Ducati di Bagnaia nella Sprint. Il suo team era al lavoro per analizzare i dati e capire cosa fosse andato storto, tanto da fare decidere a Pecco di ritirarsi. Davide Tardozzi, team manager della Rossa, ne ha parlato ai microfoni di Sky.

Ieri il problema è scaturito anche da una brutta partenza - ha spiegato - La moto si è impennata e quando la ruota anteriore ha ritoccato terra si è disattivato l’holeshot device, quindi ha continuato a impennarsi e Pecco ha perso tantissime posizioni, poi ha fatto un dritto e a quel punto la sua gara era finita.

Bagnaia, però, ieri aveva anche dichiarato che “continuare sarebbe stato pericoloso”, il che aveva fatto pensare a qualche inconveniente tecnico sulla sua Desmosedici. Per Tardozzi non c’è stato.

L’elettronica non aveva problemi - ha chiarito - Purtroppo non aveva le stesse sensazioni della prima moto. Si cercano sempre di fare identiche, ma le tarature forse non erano perfette, il feeling non era identico. Se vogliamo trovare difetto,  abbiamo provato troppo poco nel weekend la seconda moto, ma per protocollo interno non potevamo usare la prima dopo la caduta in qualifica”.

Foto © Pier Luca Brunetti

Articoli che potrebbero interessarti