Tu sei qui

Miller: "Petrucci non è stato abbastanza lodato, ha dato tutto per la MotoGP"

"Con Danilo nel box Pramac grande intesa, abbiamo caratteri simili, per questo sport ha dato tutto. L'addio di Rossi? un giro finale con gli altri piloti  potrebbe essere il giusto modo per salutarlo"  

MotoGP: Miller: "Petrucci non è stato abbastanza lodato, ha dato tutto per la MotoGP"

Share


Valencia, ultima tappa del lunghissimo campionato 2021: Jack Miller può a buon ragione sentirsi soddisfatto dei suoi risultati in questa stagione, quarto in classifica alle spalle del campione uscente Joan Mir, e seconda Ducati assoluta dopo quella di Bagnaia.

Dopo il podio a Portimao Jack è sicuramente carico per Valencia, un circuito in cui in passato ha sempre ottenuto ottimi risultati.

"Amo correre qui a Valencia - ci racconta il pilota australiano - non c'è modo migliore che chiudere il campionato venendo da un buon risultato la scorsa settimana e finire in un circuito che mi è sempre piaciuto. Non so cosa ci sia di così speciale qui a Valencia di preciso,  anche con l'asfalto scivoloso continua a piacermi. Qui nel 2019 sono arrivato terzo e secondo nel 2020 quindi ho delle buone aspettative per la gara di Domenica, non mi dispiacerebbe fare ancora meglio quest'anno".

Questa di Valencia è anche la gara degli addii. L'addio di Valentino alla MotoGP, l'addio di Danilo Petrucci, che chiude la sua carriera nella classe regina per aprirne un'altra, sempre con KTM, cimentandosi con un mondo tutto nuovo, quello del rally Dakariano. Hai mai pensato al tuo futuro una volta fuori dalla MotoGP?
"Bhe non mi hanno ancora rinnovato il contratto per l'anno prossimo - risponde scherzando Jack Miller - quindi chissà, potrei ritrovarmi assieme a Danilo. Ma più seriamente, ho sempre avuto tante idee per la testa ma tutte piuttosto confuse, quindi ancora non saprei dire di preciso".

Ora che Danilo sta per lasciare la MotoGP, avendo anche condiviso con lui il box in Ducati, qual'è stato il momento migliore che ricordi con lui?
"Condividere il box con Danilo è stata un'esperienza fantastica, è stato un collega fantastico, senza nulla togliere a Pecco sia chiaro. Si è sempre creata una bella atmosfera con lui nei box, siamo entrambi dei piloti molto alla mano e abbiamo caratteri simili per cui siamo sempre andati molto d'accordo. Penso che non si sia lodato abbastanza il lavoro e l'apporto di Danilo a questo sport. Da quando è arrivato in MotoGP ha dato veramente tutto, sopratutto considerando che non aveva il fisico tipico del pilota ma è riuscito ad ottenere degli ottimi risultati sacrificando davvero tutto per questo sport, questo dimostra il suo carattere come pilota. Per questo penso che dovremmo tutti ringraziarlo e complimentarci con lui".

Valencia sarà l'ultimo circuito sul quale si chiuderà l'incredibile carriera di Valentino Rossi. Si è anche parlato sui social della possibilità di salutarlo in maniera esemplare, a campionato sostanzialmente concluso, magari consegnandogli l'agognato 200esimo podio, o in alternativa un giro d'onore con tutti i piloti. Cosa ne pensi?
"Non credo che Valentino apprezzerebbe una vittoria regalata, ma un giro con tutti i piloti mi sembra una bella idea".

Articoli che potrebbero interessarti