MotoGP, Dovizioso: "Il podio di Aragon mi ha restituito fiducia"

"Cinque gare da affrontare con la consapevolezza di aver fatto dei passi in avanti". Petrucci spera: "A Bologna abbiamo lavorato, ora tocca tornare al top"

Share


Siamo alla quindicesima tappa di una stagione che ormai ha detto quasi tutto, con un titolo ormai ampiamente tra le mani di Marc Marquez che probabilmente riuscirà a laurearsi campione proprio sul Chang. Cosa resta dunque da fare per gli avversari, in primis per quella Ducati che si è confermata principale antagonista con Dovizioso del campione spagnolo?

Ovviamente Dovi tenterà di rovinare la festa a Marc, rimandando la conquista dell'ottavo sigillo iridato e non lo farà per la semplice soddisfazione di batterlo in una singola occasione. Le ultime gare di questo mondiale 2019 rappresentano infatti per Andrea il trampolino di lancio verso il 2020 e quanto alto possa essere il suo salto dipende tantissimo dal finale di questa stagione. Riuscire a mettere regolarmente da GP19 davanti alla Honda di Marquez può ovviamente rappresentare il perfetto viatico per terminare in bellezza e tentare di arginare lo strapotere dello spagnolo in MotoGP nella prossima stagione.

Avevamo bisogno del podio ad Aragon per dimostrare che il lavoro che stiamo facendo è corretto - ha dichiarato Andrea ed affrontare queste ultime cinque gare con maggiore fiducia".

Un finale di stagione fondamentale, da affrontare con il conforto di aver fatto dei passi in avanti sull'assetto della GP19.

"Durante tutto il weekend in Spagna abbiamo dei fatto piccoli passi che ci hanno aiutato a mettere a posto il set up per la gara e questo deve essere il nostro obiettivo di ogni Gran Premio: migliorare la moto e le mie sensazioni ad ogni turno".

Nel 2018 Dovi riuscì ad impensierire Marquez fino all'ultima curva, perdendo solo in volata dopo una lotta furibonda.

"L'anno scorso abbiamo portato a termine un fantastico weekend a Buriram e speriamo di iniziare bene fin dal venerdì, anche se in Tailandia il fattore meteo gioca sempre un ruolo importante e dovremo essere bravi ad interpretarlo”.

Danilo Petrucci: "Da qui in poi posso solo migliorare"

Questo finale di stagione assume poi un valore ancora maggiore per il compagno di squadra di Andrea, ovvero un Danilo Petrucci che stenta a ritrovare il ritmo dopo una fase iniziale del 2019 che sembrava poter essere preludio ad un'annata ricchissima di soddisfazioni. E' invece iniziato un periodo negativo per Danilo, che ancora non sembra concluso. La speranza è di invertire la tendenza qui a Buriram.

“Credo che abbiamo superato le gare più difficili della stagione e ora possiamo solo migliorare" dice.

Danilo, ad Aragon, aveva detto che sarebbe andato nel reparto corse per lavorare sui suoi limiti. Ed è stato di parolo-

"Dopo la delusione di Aragon, questa settimana abbiamo lavorato a Borgo Panigale per trovare soluzioni ai miei problemi e a Buriram credo che vedremo i primi risultati - conferma -  Non vedo l’ora di arrivare in Tailandia e spero di ritrovare il feeling della prima parte della stagione perché voglio assolutamente cambiare la situazione”.

Share

Articoli che potrebbero interessarti