Tu sei qui

MotoGP, Quartararo: “Fino agli ultimi due giri non sapevo di lottare per il podio”

“C’è stato un giro in cui ho pensato ci fosse qualcosa in pista per via delle cadute, ma sono rimasto concentrato ed è stato grandioso essere lì a lottare con Pedrosa. Domani chiudere 10° sarebbe già un bel risultato”

MotoGP: Quartararo: “Fino agli ultimi due giri non sapevo di lottare per il podio”

Dal 23° posto in griglia alla terza posizione finale: questa è stata la grandiosa rimonta compiuta da Fabio Quartararonella Sprint Race ad eliminazione andata in scena quest’oggi sul circuito di Jerez. Un terzo posto, di cui il francese è stato privato a fine gara per una penalità di 8 secondi dovuta alla pressione delle gomme, figlio sicuramente delle circostanze. Ma anche della grande partenza compiuta dal pilota Yamaha, che gli ha permesso di recuperare ben dodici posizioni soltanto nel primo giro della contesa, per poi lottare per il gradino più basso del podio con Dani Pedrosa, approfittando delle cadute dei piloti davanti a sé.

“C’è stato un giro in cui ho pensato ci fosse qualcosa in pista, perché ci sono stati diversi piloti che sono caduti in una curva e poco dopo ci sono state altre cadute in altre curve. Sono rimasto concentrato e penso sia stato grandioso poter essere lì a lottare, soprattutto con Dani ha detto Fabio a fine gara, commentando le numerose cadute viste negli ultimi passaggi e la lotta con Pedrosa: “È stato dietro di me per tutta la gara, sentivo la sua moto, ma fino agli ultimi due giri non sapevo di essere in lotta per la terza posizione. In ogni caso, è stato bello. L’ultimo giro, soprattutto, è stato abbastanza impressionante”.

Un risultato impossibile da raggiungere senza l’ottima partenza del transalpino.

Nel primo giro mi sono avvicinato alla decima posizione, che era la chiave per inserirsi nella lotta per una buona posizione. Spero di fare una partenza del genere anche domani ma, realisticamente parlando, riuscire a chiudere in Top 10 sarebbe un gran bel risultato” ha ammesso El Diablo, che in merito sulla sua rimonta iniziale ha poi aggiunto: Ho staccato molto tardi nelle prime due curve, credo di aver preso qualche colpo anche sulla tuta, ma è così che dobbiamo lottare, facendolo sempre con rispetto. Mi sono divertito molto, soprattutto nei primi due giri. Ovviamente la partenza è stata molto buona e ho avuto un ottimo tempo di reazione, ma sinceramente non ho fatto nulla di diverso dal solito. A volte fai una bella partenza, altre non sai perché esce una schifo, oggi ho avuto un bel tempo di reazione e ho fatto due bei giri iniziali”.

Una bella svolta rispetto alle difficoltà incontrate nella giornata di ieri, in cui il Campione del Mondo 2021 aveva detto di faticare parecchio a far girare la M1. 

Abbiamo usato una moto diversa, non completamente, ma direi che ha funzionato abbastanza bene. Oggi guarderemo i dati e domani speriamo di poter provare ancora qualcosa di diverso”, ha concluso. Poi la doccia fredda della retrocessione di 8 secondi per pressione gomme irregolare.

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy