Tu sei qui

MotoGP, Pol Espargarò promuove la KTM 2020: "Pedrosa ha fatto un bel lavoro"

A Misano prima presa di contatto con la RC16 del prossimo anno: "va già meglio dell'attuale, soprattutto per quanto riguarda il telaio"

MotoGP: Pol Espargarò promuove la KTM 2020: "Pedrosa ha fatto un bel lavoro"

Il 2020 è più vicino di quanto non dica il calendario, soprattutto nella testa di piloti e ingegneri. Se Honda era stata la prima Casa a portare in pista il prototipo del prossimo anno, seguita da Yamaha a Brno, a Misano è stata la volta di KTM. La RC16 2020 porta la firma di Dani Pedrosa, che ne ha portato avanti lo sviluppo lontano da occhi indiscreti, e il lavoro fatto è piaciuto molto a Pol Espargarò.

“La cosa più importante in questi giorni è avere già provato il prototipo 2020 insieme a Pedrosa - dice lo spagnolo - Dani sta facendo veramente un bel lavoro e ho potuto guidare la moto su cui lui ha portato avanti lo sviluppo”.

Qual è stato il contributo di Pedrosa nello sviluppo?

Dani ha uno stile di guida molto preciso e pulito e chiede tanto alla moto. La KTM 2020 aiuta ad avere maggiore velocità in curva e dà maggiore sicurezza quando il posteriore inizia a scivolare. Va già un po’ meglio dell’attuale e questo mi rende contento, perché stiamo facendo un bel lavoro, e Dani con noi.

Dove vi siente concentrati maggiormente?

Soprattutto sul telaio, perché è l’area in cui siamo più in difficoltà, mentre il motore va bene. Per quango riguarda la ciclistica, soffriamo un po’ di sottosterzo e ci manca trazione quando parzializziamo il gas. Qui hanno portato dei telai con filosofie diverse e sono contento”.

C’erano anche altre novità da provare?

Del materiale che sicuramente useremo nelle ultime gare ma, come ho detto, l’importante è avere potuto già provare la moto 2020 e lo rifarò anche nei prossimi test ad Aragon”.

Sarà possibile già utilizzare qualche parte della moto 2020 in questa stagione?

Non lo so, ma sono comunque sicuro che riusciremo a fare un passo in avanti da qui a fine anno, soprattutto in gara. Nelle prove siamo già veloci, ma in gara arriviamo a 20 secondi dal primo e questo non ci permette di fare meglio del 9° o dell’8° posto. Consumiamo troppo le gomme e questo ci fa soffrire da metà gara in avanti”.

Cosa ti aspetti dalla gara di Misano?

Abbiamo fatto un bel lavoro in questi due giorni di test e sono fiducioso per il GP. Sono sempre stato nelle prime 10 posizioni e sono convinto che potremo fare bene, secondo me siamo migliorati tanto”.

Audio raccolto da Gianmaria Rosati

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti