Tu sei qui

MotoGP, Lorenzo: "Il viaggio in Giappone? Interessante, avrò delle novità"

Jorge è stato nel quartiere generale della HRC prima di arrivare a Barcellona: "abbiamo lavorato sul alcune cose, alcune mi aiuteranno nel GP"

MotoGP: Lorenzo: "Il viaggio in Giappone? Interessante, avrò delle novità"

La strada che dal Mugello porta a Barcellona passa per il Giappone. Non è sicuramente l’itinerario più rapido, ma per Lorenzo è stato sicuramente il migliore. Dopo il GP di Italia, Jorge è salito in aero per atterrare nel quartier generale della HRC.

Il maiorchino non ha fatto mistero che la RC213V debba essere modificata perché riesca a sfruttarla al meglio. La sua richiesta è semplice: una moto più facile. Non è l’unico a chiederla, perché anche Crutchlow a più riprese si è lamentato del fatto che ora solo Marquez riesca a sfruttarla.

Lorenzo è quindi entrato nel sancta sanctorum della Honda per spiegare direttamente ai progettisti cosa gli serva, dopo che Marquez al Mugello lo aveva zittito con un perentorio: “prima di chiedere qualcosa stia davanti”.

Schermagli interne a parte, è lo stesso Jorge a dichiarare che le ore di volo non sono servite solamente ad accumulare miglia.

“Il mio viaggio in Giappone è stato molto interessante e abbiamo potuto lavorare su molte cose, alcune ci aiuteranno questo fine settimana e altre in futuro - le sue parole - Avremo un test il lunedì dopo la gara e non vedo l’ora che arrivi”.

Il maiorchino ha disperato bisogno di riprendere quota (questa volta in senso figurato) e il Montmelò è una delle piste in cui è sempre andato forte, vincendo lo scorso anno con la Ducati.

Dopo un fine settimana di chiari e scuri al Mugello, spero che potremo fare un buon lavoro questo fine settimana a Barcellona - si augura - Stiamo continuando a impegnarci al massimo per recuperare lo svantaggio con i migliori”.

Non ha certe preoccupazioni Marquez, che ha sfruttato la settimana di pausa per rilassarsi e recuperare le forze. Marc ha vinto in casa solo un volta in carriera e negli ultimi 3 anni è arrivato sempre secondo.

Arrivo in buona forma dopo il Mugello. Sia io sia la moto andiamo bene e ho potuto riposarmi un po’ fra i due GP, sono tornato a pieno ritmo dice, facendo intuire che questa volta le cose potrebbero cambiare.

C’è sempre un po’ di emozione in più per il GP di casa ed è sempre un grande piacere correre davanti a tutti i tifosi. Spero di ottenere un altro buon risultato in Catalogna per continuare con il lavoro che abbiamo fatto fino a ora”, conclude

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti