Tu sei qui

MotoGP, Ezpeleta: "se il GP del Kazakistan non si farà ci sarà una gara in meno”

L'arrivo della MotoGP in Kazakistan è ancora in forse. Il boss di Dorna: "La pista è pronta ma mancano strutture e personale qualificato. In Qatar discuteremo sulle sinergie da adottare".. E Intanto sulla pagina del circuito la MotoGP non c'è

MotoGP: Ezpeleta:

Dopo la cancellazione del GP dell'Argentina a Termas de Rio Hondo, nel calendario MotoGP 2024 figura ancora l'appuntamento a Sokol, in Kazakistan, fissato per il weekend del 14-16 giugno, ma l'eventualità che l'evento slitti di un altro anno non è ancora da escludere. In una intervista al quotidiano spagnolo Mundo Deportivo, è però lo stesso boss di Dorna Carmelo Ezpeleta a mostrarsi positivo sul raggiungimento degli obiettivi prefissati, nella cornice di un accordo quinquennale col paese dell'Asia centrale che porterebbe il Kazakistan a diventare la trentesima nazione ad ospitare un evento di MotoGP.

"Da lontano non c'è alcun problema con il Kazakistan - ha spiegato il boss di Dorna - sto parlando con gli organizzatori, la pista è pronta ma mancano ancora alcune strutture".

Per il momento però, del circuito sulla homepage figurano soltanto dei rendering digitali, e a causa di "sfide operative" il primo GP del Kazakistan era già saltato lo scorso anno. Situato vicino alla città di Almaty, il progetto originale del circuito è stato rivisto dall'architetto tedesco Hermann Rilke, lo stesso che ha seguito la progettazione di tracciati come quelli di Sepang, del Bahrain, di Shanghai, di Istanbul, quello di Marina Bay a Singapore e non ultimo il Circuit of the Americas ad Austin nel Texas. Con 16 curve e 4 rettilinei, due lunghi e due corti, distribuiti su 4,5 KM di tracciato, il GP del Kazakistan si presenta con un pedigree interessante, ma a poco meno di due settimane dall'avvio della stagione 2024, i tasselli dell'organizzazione sembrano non essere ancora tutti al loro sposto, in primis l'assenza di sufficiente personale qualificato tra gli assistenti di gara.

Cercando su Google Earth il circuito di Sokol, si vede la pista ma con molti edifici ancora in costruzione. Una struttura da completare. E sul sito del tracciato fra gli eventi in programma non figura il Gran Premio.

"L'organizzazione kazaka verrà al GP del Qatar con un gran numero di persone  - rassicura Carmelo Ezpeleta - perché ci saranno alcune sinergie sul tema degli assistenti di gara, tutto è ancora in pieno svolgimento".

E' presumibile quindi che in Qatar si cercherà a porte chiuse di risolvere questo ed altri problemi. Fuori dalle possibilità invece resterebbe l'opzione inizialmente prevista per l'appuntamento in Ungheria, ed il boss di Dorna dirime così la questione.

"La nuova pista del lago Balaton non è da considerare, è ancora lontana dall'essere omologata per la MotoGP. Non saremmo in grado di farlo nei tempi previsti. Se il GP del Kazakistan venisse cancellato, avremmo una stagione con solo 20 gare".

 


Articoli che potrebbero interessarti