Tu sei qui

Moto2, Husqvarna sbarca nella classe di mezzo con il team Intact GP

L’azienda austriaca unisce le forze con il team tedesco, per schierare quattro piloti tra Moto2 e Moto3, sotto l’insegna del team Liqui Moly Husqvarna Intact GP. Tra loro il confermato Auyumu Sasaki e tre new entry

Moto2: Husqvarna sbarca nella classe di mezzo con il team Intact GP

Share


Husqvarna Motorcycles raddoppia il suo impegno nel 2023. L’azienda austriaca unisce le forze con il team Intact GP, per schierare quattro piloti tra Moto2 e Moto3, sotto l’insegna del team Liqui Moly Husqvarna Intact GP.

A cambiare nella classe di mezzo non saranno soltanto i colori del team capitanato da Jürgen Lingg, ma anche la line-up, che vedrà schierati Darryn Binder e il neo-campione europeo della Moto2, Lukas Tulovic. L’arrivo in Moto2 rappresenterà quindi un passo indietro per il sudafricano, che tornerà a vestire i panni del rookie dopo aver fatto il doppio salto di categoria dalla Moto3 alla MotoGP.

"Siamo molto grati a Husqvarna Motorcycles per la fiducia che ci ha accordato. Questa fusione è un passo nuovo ed emozionante per il nostro team, che inaugura una nuova era. Abbiamo un nuovo marchio, nuovi piloti e una nuova direzione. Nel 2023 le moto cambieranno colore e siamo tutti motivati e convinti che questo cambiamento ci porterà avanti", ha commentato il team Manager Lingg.

Diversa la situazione in Moto3, dove Peter Öttl continuerà il suo rapporto con Husqvarna dopo la separazione da Max Biaggi, appoggiandosi al team tedesco. A difendere i colori della squadra sarà ancora una volta il giapponese Ayumu Sasaki, affiancato dalla giovane promessa olandese Collin Veijer, proveniente dalla Rookies Cup.

“Per tre stagioni abbiamo portato in alto il nome di Husqvarna Motorcycles in Moto3 ed è molto soddisfacente continuare la storia insieme a Jürgen e a un programma più ampio ora in Moto2 - ha detto Öttl - . Ayumu rimane con noi e dopo alcuni risultati eccellenti nel 2022 speriamo di poter fare ancora di più nel 2023. Collin, invece, è un pilota con un grande potenziale e confidiamo che continui a imparare e a costruire la sua carriera. Lavoreremo duramente per mantenere il nome Husqvarna in testa alla Moto3”.

Articoli che potrebbero interessarti