Moto2, Remy Gardner chiude in bellezza i test di Portimao, 5° Di Giannantonio

Alle spalle dell’australiano si inserisce Joe Roberts, mentre 8° Arbolino seguito da Beaubier, fuori dalla top ten a sorpresa Bezzecchi

Share


Luci spente e giù il sipario. A Portimao si è conclusa la due giorni di test riservata a Moto2 e Moto3, che per l’occasione ha visto in azione diversi piloti delle due categorie. Complici le favorevoli condizioni meteo, i piloti hanno potuto sfruttare al meglio l’appuntamento portoghese, nonostante il vento odierno.

Diverse cadute hanno infatti caratterizzato la mattinata, tanto che il turno è stato interrotto da innumerevoli cadute. Sta di fatto che a fine giornata il più veloce del gruppo si è rivelato Remy Gardner. Una prestazione di spessore quella dell’australiano del team RedBull KTM Ajo, autore del riferimento in 1’42”962.

Nessuno a parte lui è stato in grado di abbattere il muro dell’1’43”, rifilando ben mezzo secondo al primo degli inseguitori, ovvero Joe Roberts (+0.512). L’americano del team Italtrans si è quindi dovuto accontentare, avendo però la meglio nei confronti di Jorge Navarro per soli 42 millesimi.

Per quanto riguarda invece gli italiani, il migliore si è rivelato Fabio Di Giannantonio (+0.663), protagonista del quinto tempo di giornata alle spalle di Xavi Vierge. L’alfiere del team Gresini accusa però oltre sei decimi dalla vetta, seguito da Marcel Schrotter.

Giornata in ombra per quanto riguarda invece Marco Bezzecchi. Complice anche una caduta al mattino, il mercoledì del portacolori dello Sky Racing Team VR46 si è rivelato a rilento, a tal punto da chiudere addirittura fuori dalla top ten con l’undicesimo tempo e un gap dal vertice che arriva a superare il secondo.

Ha saputo fare meglio di lui uno dei rookie della Moto2 di quest’anno, ovvero Tony Arbolino, protagonista del nono crono di giornata seguito dallo statunitense Cameron Beaubier. Scorrendo la classifica, 13° Manzi, poi Dalla Porta, Montella e Vietti. Volgendo invece lo sguardo alla Moto3, Pedro Acosta ha messo tutti in riga con il crono di 1’47”489, terzo invece Andrea Migno, autore di ben 72 tornate sul tracciato di Portimao.   

Articoli che potrebbero interessarti