Tu sei qui

SBK, Anthony West is back: correrà nell'Australian Superbike con Moto-Go

In attesa di scontare la squalifica per doping, West ha ufficializzato che tornerà in pista nell'ASBK 2021 con il Team Moto-Go Yamaha

SBK: Anthony West is back: correrà nell'Australian Superbike con Moto-Go

La fine di un calvario apparso quasi interminabile, iniziato nella seconda metà del 2018 a causa della squalifica per doping comminatagli dalla FIM. A distanza di alcuni anni, la prossima stagione Anthony West tornerà finalmente in pista nel Motorcycle Insurance Australian Superbike Championship tra i ranghi del Team Moto-Go Yamaha. Una notizia formalizzata dallo stesso pilota sui propri canali social in data odierna e che lo vedrà impegnarsi nello sviluppo di una YZF-R1, con la possibilità di disputare qualche wild card in altri campionati.

'Guerra psicologica' e non solo

Dai trascorsi nel Mondiale 125cc, 250cc/Moto2, 500cc/MotoGP, World SBK e SS600, l'originario di Maryborough vanta un'esperienza come pochi altri. Malgrado la brillante carriera, in più di un'occasione ha messo a repentaglio la sua posizione nei confronti della Federazione Motociclistica Internazionale: prima nel 2012 per essere risultato positivo alla metilexaneamina, successivamente nel 2018 agli stimolanti. Degli stop forzati che di fatto gli avevano impedito di laurearsi campione SuperSports 600cc nel contesto dell'Asia Road Racing Championship, quando sarebbe stato il primo australiano della storia a riuscire nell'impresa. Da allora è iniziato un autentico 'botta e risposta' tra le due parti ("la FIM ha distrutto la mia vita portandomi alla depressione", ricordava spesso West), culminato con ulteriori sanzioni a discapito di 'Ant' per aver raggiato il divieto gareggiando nel Campionato Brasiliano Superbike (QUI il pezzo relativo).

La luce in fondo al tunnel

14 marzo 2021. Questa è la data cerchiata in rosso nel calendario personale di Anthony West, ovvero il momento in cui concluderà la lunga-infinita sospensione per doping. Al contempo, che qualcosa fosse cambiato lo si era già intuito ad ottobre scorso. "Mi scuso pubblicamente sulla mia condotta passata contro la FIM, che riconosco essere stata inaccettabile e ostile. Le mie dichiarazioni erano offensive e, purtroppo, sono state pubblicate facendo leva sul mio stato d'animo", aveva detto apertamente sui social il forte baluardo australiano. Delle giustificazioni volte a riappacificare il dialogo con la FIM.

ASBK

La voglia di correre ha prevalso e, a 40 anni, il centauro sarà ancora sulla griglia di partenza. Seppur non all'interno del panorama internazionale, Anthony West parteciperà al Campionato Australiano Superbike assieme al Team Moto-Go a partire dal terzo appuntamento stagionale. Il motivo è molto semplice: dovendo ancora scontare la pena, gioco-forza non riuscirebbe ad essere presente alle prime gare in programma a febbraio e marzo. Dopo essere stato in trattativa con un paio di squadre del British SS600, avrà l'opportunità di ripartire dai tracciati della Terra dei Canguri con il supporto di Yamaha Australia per mettersi alla prova contro i vari connazionali. L'ultima apparizione nell'ASBK risale al 2016, quando West corse a Wakefield Park con i colori Crankt Protein Honda Racing, conquistando due secondi posti. Oltre a guidare una YZF-R1, senza dimenticare il fondamentale sviluppo della moto, con la formazione avente sede nel Bentleigh si sta già vagliando l'ipotesi di disputare delle wild card in vari palcoscenici.

 

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy