Tu sei qui

SBK, Bimota torna nel Mondiale Superbike: quale team e che moto vedremo in pista?

A Phillip Island circolavano i primi rumors nel paddock con Guim Roda che ha lavorato sotto traccia. Al momento KRT si chiude nel silenzio, ma la pista più accreditata è quella di una moto con motore Kawasaki e il resto sviluppato da Bimota per poi essere prodotta in 500 unità per il mercato  

SBK: Bimota torna nel Mondiale Superbike: quale team e che moto vedremo in pista?

Bimota torna nel Mondiale Superbike, proprio così! Nella giornata di ieri è stata infatti ufficializzata questa collaborazione assieme a Kawasaki, che porterà alla nascita del team Bimota by Kawasaki Racing Team. Le voci del ritorno di Bimota circolavano nel paddock già da Phillip Island, anche se Guim Roda ha sempre negato ogni minima possibilità, escludendola del tutto.

Lo scaltro manager spagnolo ha infatti lavorato sotto traccia per poi portare alla luce nella giornata di ieri questa trattativa, che potremmo considerare come il colpo dell’anno. In merito a questo ritorno non mancano ovviamente le domande: che ne sarà di KRT? Quale moto vedremo in pista il prossimo anno e chi la produrrà?

Per ora il management KRT si chiude nel gran silenzio in attesa che a Misano verrà molto probabilmente organizzata una conferenza stampa per spiegare l’operazione nel minimo dettaglio.

A nostro avviso, secondo quanto raccolto nelle ultime ore, non è da escludere che l’attuale team KRT Kawasaki Racing WorldSBK chiuda definitivamente e il personale confluisca nella nuova realtà da poco nata, ovvero Bimota by Kawasaki Racing Team, portando tutte le conoscenze e l’esperienza maturata in tutti questi anni di paddock.

Poi c’è il capitolo legato alla moto. Kawasaki si occuperà molto probabilmente dello sviluppo esclusivo del motore mentre al resto provvederà in prima persona Bimota, che si prenderà cura della realizzazione del telaio così come dell’aerodinamica, ali, pistoni, cambio e tutto ciò che concerne, sgravando di conseguenza i giapponesi dall’impegno.

Infine, come previsto da regolamento, l’ultimo step da affrontare, rappresentato dalla produzione per il mercato di minimo 500 unità in serie in modo da poter ottenere il via libera per correre. Sarà così il ritorno di Bimota nel Mondiale?

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy