MotoAmerica, Beaubier fa tripletta a Laguna, altri due podi per Zanetti, bene Canepa

Il Campione 2020 ha salutato la Honos Superbike centrando le vittorie numero 15 e 16 della stagione. Per Lorenzo Zanetti una seconda e terza posizione, a podio anche Toni Elias. Doppia sesta posizione per Niccolò Canepa

Share


Sugli spettacolari saliscendi di Laguna Seca si è ufficialmente conclusa la stagione 2020 della MotoAmerica Honos Superbike. Primo campionato a ripartire nell'immediato periodo post-lockdown, lungo i nove appuntamenti il dominatore incontrastato è stato (ancora una volta) Cameron Beaubier.

Fresco di cinque allori nella top class a stelle e strisce, il fuoriclasse di Roseville ha continuato a martellare e macinare record anche sulle colline di Monterey, centrando una sensazionale doppietta dopo la vittoria in Gara 1 del sabato. Con Toni Elias nuovamente competitivo, a festeggiare ci ha pensato lo stesso Lorenzo Zanetti, con due piazzamenti a podio. La positiva "campagna italiana" in terra californiana è stata completata dalla doppia sesta posizione di Niccolò Canepa.

Cameron Beaubier incontenibile

Non c'è due senza tre, come si suol dire. Un proverbio della cultura popolare nostrana che calza a pennello con ciò è stato il week-end di Cameron Beaubier. Con il titolo 2020 già in tasca, il portacolori Monster Energy Attack Performance Yamaha è giunto a Laguna Seca con la testa libera da pressioni. Arrivato a quota 14 successi al termine della prima manche, nella domenica californiana il 27enne non si è accontentato e ha voluto ribadire la legge del campione: una doppietta che lo ha proiettato a salire sul gradino più alto del podio per la 16esima volta in stagione. Numeri impressionanti e irraggiungibili per chiunque, un ottimo biglietto da visita in attesa del 2021, quando andrà a prendere il posto di Joe Roberts nel Mondiale Moto2 tra i ranghi del Team American Racing.

Dapprima in Gara 2, dichiarata bagnata dalla direzione gara per chiazze di umido al di fuori della traiettoria ideale, Beaubier ha fatto ancor più la differenza rispetto al resto del gruppo. In condizioni anomale per Laguna Seca, allo spegnimento dei semafori il 27enne è scattato perfettamente dalla pole position, scappando ben presto in fuga a suon di giri veloci. Nella conclusiva gara stagionale, disputata finalmente sull'asciutto, il copione non è assolutamente cambiato: pronti-via e gli avversari non lo hanno visto neanche se avessero avuto in loro possesso un binocolo. Con annesso giro veloce della contesa in 1’23″185, a pochi decimi dal tempo siglato da lui stesso nella QP2 del venerdì, Beaubier ha calato la tripletta. Oltre all'affermazione numero 16 del 2020, addirittura la 51esima nella Honos Superbike. Chapeau.

Toni Elias chiude l'avventura con Suzuki a podio

Una delle note liete del fine settimana conclusivo di questa pazza stagione risponde al nome di Toni Elias, tornato nuovamente competitivo dopo un anno da dimenticare. A secco di vittorie tra cadute e noie meccaniche varie registrate sulla sua GSX-R 1000, il baluardo di M4 ECSTAR Suzuki ha centrato una terza e seconda posizione importanti dal punto di vista del morale in ottica 2021. Nonostante il repentino cambio di prestazioni dal round di Indianapolis, al Campione 2017 è mancato soltanto il successo personale per congedarsi al meglio con la Casa di Hamamatsu. Terminato un ciclo lungo cinque stagioni, prima con il Team Yoshimura e adesso con il Team Hammer, per lo spagnolo il futuro resta ancora incerto. Certo è che, se questi sono i risultati, per il "leone di Manresa" la voglia di intraprendere un nuovo percorso è certamente tanta.

Due podi per Lorenzo Zanetti

Lorenzo Zanetti ormai ci ha preso gusto e, dopo i tre podi di Indy (con la storica vittoria in Gara 2), sulle colline di Monterey ha vissuto un altro week-end da incorniciare. Tutt'uno in sella alla Panigale V4-R del Team Warhorse HSBK Racing Ducati New York, il 33enne ha proseguito l'ottimo momento di forma che lo ha visto protagonista da un mese a questa parte. Round del The Ridge Motorsports Park a parte (in cui ha corso con una moto in configurazione Stock,) dal Brickyard in poi, con l'innesto di un paio di tecnici Ducati Corse e disponendo di una vera e propria SBK, il tester della Casa di Borgo Panigale ha inanellato sei podi su altrettante gare a cui ha preso parte.

Alla prima esperienza sul tracciato di Laguna Seca (ci aveva girato solamente settimana scorsa con una Ducati stradale), in seguito al terzo posto nella corsa del sabato, nelle restanti due ha confermato quanto di buono espresso nelle ultime uscite: una seconda e terza posizione. Delle prestazioni che hanno completato al meglio la parentesi vissuta da Zanetti nella MotoAmerica Honos Superbike. Il bresciano, correndo su piste e gomme Dunlop a lui sconosciute, ha messo in mostra tutte le proprie abilità e il proprio valore di pilota. Avendo spesso la meglio nei confronti di piloti del calibro di Jake Gagne e della coppia M4 ECSTAR Suzuki, dati alla mano, il nostro "Zorro"  è risultato essere anche l'unico insieme a Beaubier e Fong ad aver vinto in questa stagione. Un dato rilevante, specie se si considera che nel 2021 mancherà il mattatore della Honos Superbike: la top class a stelle e strisce sta già iniziando a chiamare a gran voce la presenza di Lorenzo Zanetti per l'anno venturo.

Sesto Niccolò Canepa

Chiamato dal Team Westby Racing per sostituire l'infortunato Mathew Scholtz, Niccolò Canepa non ha assolutamente demeritato. Di ritorno a Laguna Seca dopo quattro anni di assenza, l'ultima volta nel 2016 nel World Superbike, il secondo dei nostri partabandiera ha completato l'appuntamento conclusivo della stagione americana in una doppia sesta posizione. Dei risultati altamente positivi per il Campione Endurance 2016 e 2017, al debutto nella Honos Superbike.

Se in Gara 2 si è piazzato alle spalle del sorprendente Cameron Petersen, quinto assoluto in sella ad una Suzuki versione Superstock 1000 del Team Altus Motorsports, col progressivo miglioramento delle condizioni dell'asfalto, nella successiva manche  il genovese è finito a soli due secondi da Jake Gagne (Monster Energy Attack Performance Yamaha) e davanti a Kyle Wyman (KWR Ducati Racing).

I RISULTATI DI GARA 2 E 3

Share

Articoli che potrebbero interessarti