MotoGP, Aragona in lockdown da lunedì: l'IRTA avverte le squadre

Nuovi inasprimenti delle misure di contenimento per il Covid dopo il GP di Teruel. La regione di Valencia, per il momento, è a rischio 'medio'

Share


La Spagna è una delle nazione maggiormente colpite dalla seconda ondata di coronavirus e il Governo sta correndo ai ripari, imponendo nuovi lockdown ad alcune zone. Fra queste c’è quella di Aragon, dove di correrà questo fine settimana il GP di Teruel. Sono previste per l’aerea un inasprimento delle restrizioni a partire dal lunedì, il giorno successivo alla gara.

L’IRTA ha inviato a tutte le squadre una comunicazione per avvertire del provvedimento, invitando così i team a lasciare Aragon domenica stessa.

Le regioni interessate dal nuovo lockdown sono, oltre ad Aragon, Navarra, Catilla e Leon, Comunità di Madrid, Catalogna e la Rioja. Le restrizioni per Aragon verranno decise nel fine settimana, ma non sembra che ci sarà una chiusura totale.

Se queste 6 regioni sono considerate a rischio ‘estremo’, la zona di Valencia (dove si correranno i prossimi due GP) è invece classificata a rischio ‘medio’, il che, per esempio, consente riunioni con un numero massimo di 10 persone invece che 6.

Intanto, ieri, è stato comunicata la positività di un altro pilota, Riccardo Rossi. Non è l’unico caso fra le squadre della Moto3, in alcune delle quali sono stati colpiti altri addetti ai lavori.

Share

Articoli che potrebbero interessarti