MotoAmerica, Beaubier domina anche in gara 2, Wyman e la Ducati sfiorano il podio

Il californiano di Yamaha trionfa in solitaria davanti al compagno Gagne e Herrin, che batte il ducatista al fotofinish. A terra nei primi giri Elias

Share


Il primo weekend della stagione 2020 del MotoAmerica ha già regalato un conferma, ossia che Cameron Beaubier sarà anche quest’anno l’uomo da battere. Nel round inaugurale di Elkhart Lake infatti il campione in carica ha lasciato le briciole agli avversari conquistando, dopo aver fatto la pole e vinto gara 1, anche gara 2 (qui gli highlights). 

Esattamente come nella giornata precedente il pilota Yamaha ha salutato i suoi avversari sin dai primi passaggi, sfilando in solitaria sotto la bandiera a scacchi e rifilando più di 13 secondi (in 12 giri!) al secondo classificato. “Non potevo chiedere un inizio migliore - racconta Cameron - e il merito è in gran parte del team, dato che non mi sono forse mai sentito così a mio agio in sella ad una moto. La stagione è lunga, ma sono davvero felice di essere tornato in sella e di averlo fatto in questo modo”.

Il primo degli “Umani” alle spalle di Beaubier è il suo compagno di team Jake Gagne, capace dunque di migliorare il terzo posto di gara 1. A facilitare il lavorare del californiano ci ha pensato Bobby Fong, che a circa metà gara ha centrato con la sua Suzuki la Yamaha di Matthew Scholtz, estromettendo entrambi dalla gara ed in particolare dalla lotta per il secondo posto.

Il duello per il terzo posto ha così riguardato la BMW di Josh Herrin e la Ducati di Kyle Wyman, che solo il fotofinish ha deciso. A spuntarla è stato l’esperto pilota della casa tedesca, per soli 11 millesimi. Wyman e Ducati possono comunque sorridere dato il passo avanti rispetto a gara1, visto anche il quinto posto di PJ Jacobsen.

Chi invece proprio non ha motivi di sorridere è Toni Elias. Lo spagnolo era chiamato al riscatto dopo il ritiro di gara1, ma le cose sono andate nella maniera opposta. La gara di Toni è terminata al terzo giro, quando una scivolata ha messo la parola fine alle speranza del numero 24, chiamato a rincorrere Beaubier già dopo il primo round.

L’appuntamento per il secondo round è fissato per il weekend del 28 giugno, sempre sulla pista di Elkhart Lake.

Share

Articoli che potrebbero interessarti