Tu sei qui

Moto3, Tris tricolore ad Austin: 1° Fenati seguito da Foggia e Antonelli

Le condizioni della pista si rivelano un’insidia per i piloti, 4° Rodrigo, 7° Migno, 10° Arbolino, 14 Dalla Porta seguito da Canet

Moto3: Tris tricolore ad Austin: 1° Fenati seguito da Foggia e Antonelli

È la Moto3 ad alzare il sipario sul fine settimana di Austin e l’inizio è senza dubbio incoraggiante per i nostri portacolori. Già, perché al termine della FP1 troviamo ben tre italiani davanti a tutti. Il più veloce è Romano Fenati, che nel finale di sessione sigla il riferimento in 2’18”536. L’ascolano sbarca negli States affamato di rivincita dopo i primi due round stagionali e la strada imboccata è senza dubbio quella corretta. All’appello non manca poi Dennis Foggia, in ritardo dal connazionale di soli 113 millesimi. Il pilota capitolino dello Sky Racing Team VR46 era addirittura riuscito a limare alcuni decimi alla propria prestazione, ma la direzione gara ha deciso di cancellargli il tempo, dal momento che con la sua KTM è andato oltre i limiti previsti del tracciato.

Poco cambia, anche perché la sua seconda posizione non sarebbe stata messa in discussione da Niccolò Antonelli, autore del terzo crono a oltre sette decimi dalla vetta (+0.742). Insomma, i primi due sembrano avere una marcia in più, ma siamo solo all’inizio. Non dimentichiamo poi che in questo venerdì mattina il tracciato statunitense si è presentato particolarmente sporco e allo stesso tempo insidioso, dovuto alla presenza di numerosi avvallamenti che non rendono certo le cose facili ai piloti.

Tornando a dare uno sguardo alla classifica, da registrare il quarto crono siglato da Gabriel Rodrigo (+0.809), mentre non spiccano nella top ten i primi due della classifica iridata. Stiamo parlando di Kaito Toba, soltanto 22° con tre secondi dalla prestazione di Romano Fenati, e Lorenzo Dalla Porta, chiamato ad accontentarsi del 14° tempo a un secondo e mezzo dalla vetta (+1.515). Come detto siamo solo all’inizio e quindi c’è tutto il tempo per recuperare. Nei primi dieci compare invece Andrea Migno, settimo davanti al vincitore del GP d’Argentina, ovvero Masia, in ritardo di soli 58 millesimi dall’azzurro del team Best Capital Dubai. Alle loro spalle McPhee e Tony Arbolino.

Sessione in salita per quanto riguarda il portacolori del team di Max Biaggi, ovvero Aron Canet, soltanto quindicesimo dove essere stato vittima di una caduta senza conseguenze. Oltre la ventesima piazza Vietti, Oncu e Rossi.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti