Tu sei qui

MotoGP, Pernat: "Marquez deve essere squalificato per una gara"

“La direzione gara è stata vergognosa, loro sono succubi di Rossi e Marquez, serve un cambiamento all’interno”

MotoGP: Pernat: "Marquez deve essere squalificato per una gara"

Pazza Rio Hondo verrebbe da dire! È successo davvero di tutto in un Gran Premio che rischia di lasciare un segno indelebile su questa stagione. C’è la farsa della partenza, c’è Marquez che va contromano in griglia per poi centrare Rossi in gara, aprendo un fiume di polemiche che difficilmente si arresterà. Ma fortunatamente in Argentina c’è anche la vittoria di Cal Crutchlow, che in silenzio conquistare la vetta del Mondiale. Ecco quanto accaduto in Sudamerica secondo Carlo Pernat.

“È una roba da matti – ha detto il manager ligure - è stato il Gran Premio della non professionalità dal punto di vista regolamentare e dei piloti. Direi voto zero alla direzione perché ha fatto delle cose fuori dal mondo. Hanno lasciato Miller sulla griglia da solo, quando bastava ritardare la partenza di cinque minuti e tutto si sistemava. Una cosa ridicola vedere Jack partire in testa da solo con un gruppo di assatanati a 30 metri”.

Poi c’è il capitolo Marquez: “Marc si permette di spingere la moto, andando nel verso opposto, quando bisognava metterlo al muretto. È una cosa vergognosa – ha sottolineato Pernat - se fosse partito dalla corsia dei box non sarebbe accaduto nulla.” E che dire poi della manovra di Zarco su Pedrosa: “Abbiamo visto un sorpasso di Johann su Dani scorretto, tanto da buttarlo fuori. La direzione gara non ha nemmeno indagato sull’accaduto”. 

Pernat torna poi sulla condotta di gara del 93: “Marquez era assatanato, non si capiva cosa volesse fare – ha commentato - ha centrato Aleix Espargarò e ha dovuto soltanto restituire la posizione. La ciliegina è stato il sorpasso allucinante e scorretto su Rossi a tal punto da farlo cadere. Lo hanno penalizzato con 30 secondi e mi chiedo chi gli rende i punti a Valentino?”

Il manager non utilizza troppi giri di parole riguardo il pilota Honda: “Una cosa vergognosa – ha detto - adesso Marc ha tutti i piloti contro e loro hanno anche paura di essere centrati da lui. Ora non può più fare quello che gli pare – ha avvisato - Dorna dovrebbe squalificarlo per una gara e qualora non dovesse farlo ci sarebbero delle ombre sul Mondiale. Ricordo quando Capirossi al Mugello, a causa dell’incidente con Lucchi, fu squalificato per la gara di Barcellona, qui a Rio Hondo sono invece successe cose peggiori. Marc deve darsi una regolata, non può fare più fare ciò che vuole, perché queste cose non vanno bene”.

Di sicuro gran parte della colpa è della direzione gara “Le decisioni vanno prese durante la gara – ha sottolineato Pernat - Marc non doveva partire. All’inizio la partenza è stata ridicola, perché bastava un cartello per ritardare lo start di cinque minuti. Bisogna che qualcosa cambi all’interno della direzione gara, servono delle persone capaci – ha ribadito - questo doveva già avvenire in Malesia nel 2015 come dissi in passato. La direzione gara è succube di Rossi e Marquez, in particolare di Marc. Per il suo comportamento doveva essere squalificato, perché ciò che ha fatto Marc con Vale è fuori dal mondo”.

Tra polemiche e interrogativi, c’è anche spazio per la vittoria di Crutchlow “Le secondo linee, a parte Cal e Zarco, sono state davanti – ha concluso Pernat - ho visto un’ ottima Suzuki che ha conquistato un podio meritato, mentre la Ducati era in crisi, però Dovi ha salvato la situazione. Questa situazione non va bene, anche perché Lorenzo è naufragato”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti